La ToyotaTs030 Hybrid condotta da Alex Wurz e Nicolas Lapierre ha dominato la 6 Ore di Shanghai, in Cina, dall'inizio alla fine. Era l'ultima prova del mondiale Endurance (Wec) e la Toyota ha bissato il trionfo di 15 giorni prima in Giappone ma stavolta ha vinto partendo dalla pole e rimanendo al vertice per tutte e 6 le ore di gara. Ha concluso con un margine di oltre 58" sulla prima Audi R18 e-tron quattro, quella di Allan McNish e Tom Kristensen. Al terzo posto l'altra Audi, quella di Marcel Fassler, Andre Lotterer e Benoit Treluyer, che con il piazzamento a podio si sono aggiudicati anche il campionato del mondo riservato ai piloti. A 6 giri dal terzetto di vetture ufficiali 4° assoluto troviamo poi il nostro Andrea Belicchi, insieme a Cheng e Primat con la Lola-Toyota Lmp1 del team Rebellion, primi fra i privati della top class dell'Endurance. Tra le Gt da segnalare infine il successo dell'Aston Martin di Mucke-Turner in classe Gte-Pro e della Corvette di Lamy-Canal-Bornhauser nella Gte-Am.