La vittoria in Bahrain è stata il malinconico sigillo di una grande storia. Era il 1999 quando Audi debuttò nella massima serie dell’endurance con la R8C: quell’anno alla 24 ore di Le Mans vince la BMW ma il dominio dei Quattro Anelli sarebbe iniziato già dalla stagione successiva, quando il trio delle meraviglie composto da Kristense, Biela e Pirro centrò il primo di tre successi consecutivi. Era l’inizio di una dittatura: ben 13 le vittorie sul Circuit de la Sarthe da parte di equipaggi Audi. 

Ma l’endurance non è solo Le Mans: nelle 18 stagioni disputate, le R8, le R10 e le R18 hanno corso un totale di 187 gare, vincendone 107 e centrando 9 titoli nell’American Le Mans Series e due mondiali nel WEC. Una dominazione spezzata solo dal ritorno di Porsche, un lungo viaggio interrotto dagli effetti del Dieselgate. “Ci mancherete fino a quando non ci incontreremo di nuovo” il titolo del video-tributo che gli organizzatori del Mondiale Endurance hanno dedicato all’Audi: eccolo di seguito.