Ci prova, per primo tra gli eventi globali del motorsport, il mondiale Endurance a dare un’indicazione di come la Super Stagione 2019-2020 potrà andare verso la conclusione, in piena emergenza da pandemia di coronavirus.

Il WEC indica il posizionamento in calendario di tre appuntamenti, con i quali assegnare il titolo dell’ottava stagione. Slitta al marzo 2021 l’inizio della stagione numero 9, superando quindi lo sviluppo a cavallo di due anni della Super Stagione. Quella che avremmo dovuto registrare al via il prossimo settembre a Silvestone non partirà prima di marzo 2021.

L'editoriale del direttore: Tra caldi ricordi e tante speranze

Spa, Le Mans e Sakhir per chiudere

Nel “breve” periodo, invece, la 6 Ore di Spa Francorchamps, in programma inizialmente il 3 maggio, slitta al 15 agosto. Della 24 Ore di Le Mans, riposizionata nelle date del 19 e 20 settembre, sapevamo già. Infine, in sostituzione della 1000 Miglia di Sebring dello scorso marzo, cancellata per i blocchi ai voli verso gli Stati Uniti, decisi quale prima misura al diffondersi della pandemia di coronavirus, si correrà la 8 Ore del Bahrain, il 21 novembre. Sarà la chiusura stagionale.

Interrogativi necessari

Da ACO e WEC specificano come siano tre date tutt’altro che scolpite nella pietra, primo perché andrà verificato l’evolversi dello scenario globale in merito alla diffusione e l’argine effettivamente posto sulla pandemia; secondo, perché potrebbero esserci conflitti di date con altri calendari FIA, tali da richiedere ulteriori variazioni.

“L’evoluzione di questa crisi sanitaria globale ci ha lasciati con poche possibilità di scelta. Oggi è impossibile considerare di organizzare un evento internazionale del motorsport prima dell’estate, perciò abbiamo ridefinito il calendario di conseguenza, mantenendo lo stesso numero di eventi in programma” spiega Gerard Neveu, a.d. del WEC.

“Dovremo tuttavia essere preparati per alcuni grandi cambiamenti in vista della prossima stagione, poiché dovremo incorporare numerosi fattori, a cominciare dalle inevitabili difficoltà economiche che arriveranno”, aggiunge Neveu.

6 Ore a Spa e GP del Belgio

Un WEC che si riorganizza con Ferragosto prima data ritenuta “fattibile” per tornare in pista dà in un certo modo la misura sull’orizzonte al quale deve proiettarsi la Formula 1, che in Belgio ha in programma di correre – secondo il calendario originario – il 30 agosto.

Calendario F1, Silverstone pronta a organizzare due GP

“Una decisione eccezionale per una situazione eccezionale. Per assicurare la qualità ed equità del campionato, quest’anno è necessario abbandonare la soluzione della 24 Ore di Le Mans quale Super Finale del mondiale endurance 2019-2020.

In aggiunta, l’inizio della 24 Ore di Le Mans sarà alle 14:30 locali del 19 settembre, un orario deciso insieme ai nostri partner, segnatamente le televisioni, e i concorrenti”, commenta Fillion, di ACO. Un via anticipato che, nuovamente, potrebbe essere dettato dalla volontà di evitare una sovrapposizione con una possibile qualifica della Formula 1 in programma (nel calendario 2020 del mondiale, il 19 settembre si dovrebbe correre a Singapore). 

Sul rinvio della Stagione 9 al marzo 2021, Richard Mille, presidente della Commissione endurance FIA, ha puntualizzato: “E’ la cosa giusta da fare, tenendo ben presenti le implicazioni economiche della crisi e il loro impatto sull’industria, così da dare ai concorrenti sufficiente tempo per riorganizzarsi in vista della futura campagna”.

F1, possibile un congelamento delle power unit