È una folta pattuglia di squadre ufficiali, quella che si prospetta al via della Classe LMDh. Sarà della partita anche Alpine, con un impegno annunciato a partire dal 2024, dove la categoria LMDh andrà in pista nel 2023 e conta già l'impegno confermato di Acura, Audi, BMW, Cadillac, Porsche. 

Su un fronte diverso ma equiparato nelle prestazioni, ci saranno le Hypercar Toyota, Glickenhaus, Peugeot, Ferrari. 

Rientrati nell'Endurance con un progetto nell'ELMS, Signatech e Alpine sono reduci da una 24 Ore di Le Mans 2021 conclusa sul podio di Classe Hypercar, un risultato che segue le affermazioni in LMP2 del 2016, 2018 e 2019. 

Leggi anche: Elkann esclusivo: "Ferrari, progetto LMH con ambizione e umiltà"

Sinergie F1-WEC

L'impegno in LMDh avverrà con telaio fornito da Oreca mentre la power unit verrà sviluppata a Viry Chatillon e potrà contare sul know how maturato in Formula 1. Tra le (poche) libertà progettuali affidate al Costruttore, il regolamento LMDh prescrive lo sviluppo e realizzazione del motore termico, abbinato a un sistema ibrido standardizzato e in regime di monofornitura. 

Dal 2024 e per quattro stagioni, l'impegno confermato di Alpine; fino ad allora continuerà la presenza nel WEC, con programmi sportivi che verranno annunciati nei prossimi mesi. 

"Il programma endurance di Alpine sottolinea le ambizioni e l'impegno del marchio nelle corse. Correndo sia in F1 che nell'endurance, Alpine sarà uno dei pochissimi marchi a essere presente in due discipline chiave del motorsport. Trarremo il massimo dalla Formula 1 e dall'endurance attraverso sinergie tecniche e tecnologiche, per guadagnare un vantaggio sui avversari che sono di prestigio", il commento di Laurent Rossi, a.d. Alpine.

La conferma della presenza nella Classe di vertice che sarà la Hypercar con le LMH e LMDh diventa una prospettiva interessante anche per Fernando Alonso, una volta che avrà concluso la parentesi in Formula 1. 

Partnership con Signatech confermata

"E' un grande orgoglio per Signatech essere stata scelta da Alpine per il suo arrivo in LMDh. Rappresenta il culmine di un progetto comune, avviato 8 anni fa. Dopo 32 anni di carriera non vedo l'ora di sfidare i marchi più prestigiosi al mondo, con Alpine, un marchio che trasmette passione e vive solo per la vittoria", ha aggiunto il team principal di Signatech Alpine, Philippe Sinault.