da Spielberg: Roberto Chinchero È la giornata del Brasile al Red Bull Ring. Tre ore dopo la pole position di Felipe Massa, è stato un altro Felipe brasiliano, il ventunenne del team Carlin, ad ottenere il massimo traguardo di giornata imponendosi nella prima gara disputata dalla Gp2 Series nella tappa austriaca. Nasr aveva ottenuto la sua prima vittoria in assoluto nella categoria a Barcellona, ma il successo era arrivato in gara-2, con il vantaggio della griglia invertita. A Spielberg Nasr è stato aiutato solo da se stesso, grazie ad un’ottima partenza che gli ha permesso di scavalcare il poleman Cecotto e il leader del campionato Palmer. Una volta in testa il Felipe di Gp2 ha controllato la corsa senza problemi, conquistando un meritato successo che gli consente di consolidare la seconda piazza nella graduatoria generale. Buone notizie anche per Stoffel Vandoorne, tornato alla ribalta dopo la vittoria all’esordio ottenuta in Bahrain, che ha conquistato una brillante seconda posizione precedendo Raffaele Marciello. Il pilota della Ferrari Driver Academy ha concretizzato un ottimo potenziale velocistico con un meritato piazzamento sul podio, che rappresenta anche il suo primo piazzamento in zona punti dell’anno. Il tutto nonostante un’escursione nella via di fuga avvenuta nel caos della prima curva, subito dopo il via, che lo aveva retrocesso in nona posizione. Quarta piazza per Stefano Coletti, che ha preceduto Palmer e Cecotto. Il poleman ha pagato un avvio di gara non performante.