Monza. In una giornata indimenticabile per i colori italiani, Antonio Giovinazzi ha conquistato la sua quarta vittoria stagionale nella GP2 Series, che lo avvicina sensibilmente a Pierre Gasly al vertice della graduatoria generale. Il ventiduenne di Martina Franca soltanto nel corso dell’ultimo giro ha scavalcato Raffaele Marciello, che non è riuscito a contrastare l’attacco del rivale e si è accontentato della piazza d’onore. Il pilota della Prema Racing è riuscito ancora una volta a superare l’handicap di essere partito da fondo griglia, a causa di una penalizzazione subita al termine delle qualifiche dovuta alla pressione di un pneumatico anteriore fuori norma. 

Terza posizione per lo svedese Gustav Malja, che ha portato ancora una volta il Team Rapax nelle parti più nobili della classifica. I tre piloti saliti sul podio avevano deciso, contrariamente a quasi tutti i rivali, di prendere il via con gli pneumatici “prime”, quelli più duri. I tre hanno, di conseguenza, prolungato il primo stint e beneficiato di un intervento della safety car, scesa in pista a causa di un incidente alla seconda curva di Lesmo che ha visto protagonisti Arthur Pic e Sergio Canamasas.

Il leader di campionato Pierre Gasly, che aveva siglato la pole, non è riuscito negli ultimi giri a recuperare e si è classificato in  quarta posizione, alle spalle di Gustav Malja. Il francese Norman Nato ha chiuso al quinto posto davanti a Luca Ghiotto, che a differenza degli altri nostri portacolori è stato penalizzato dalla neutralizzazione della corsa. Il pilota del Team Trident è stato autore di una corsa impeccabile e avrebbe meritato anche lui di salire sul podio. 

Al vertice della classifica di campionato, sono soltanto otto le lunghezze che dividono Pierre Gasly da Antonio Giovinazzi: una situazione davvero difficile da pronosticare prima dello start, con il barese a fondo griglia e il ventenne di Rouen a guidare il gruppo. Ma questa stagione della GP2 Series ci ha abituato a sensazioni forti e nella Sprint Race che si disputerà domani mattina alle ore 10:25, con un agguerrito Luca Ghiotto in terza posizione, ne vedremo sicuramente delle belle.