Le auto elettriche si apprestano a diventare le protagoniste della mobilità del futuro. Non emettendo alcun quantitativo di gas dannosi per l’ambiente, come l’anidride carbonica, possono contribuire a migliorare l’aria e la vivibilità delle nostre città. Alcune amministrazioni comunali e locali, come ad esempio la Regione Lombardia e Palazzo Marino, hanno colto l’occasione per incentivare gli automobilisti a passare all’elettrico. Grazie all’esenzione su bollo e superbollo e grazie all’accesso gratuito in Area B e C a Milano, per tutti i residenti lombardi è decisamente conveniente acquistare un’auto alimentata a energia elettrica.

La rete capillare di colonnine di ricarica in Lombardia

Il metodo più comodo per ricaricare il proprio veicolo è sicuramente quello di installare una wallbox in casa: nel giro di una notte sarà possibile fare il pieno di energia. Tuttavia non tutti hanno accesso al cortile condominiale, a un garage privato attrezzato o a un box auto. In tal caso l’unica alternativa è affidarsi alla rete pubblica di colonnine di ricarica.

Quest’alternativa è decisamente praticabile: la Lombardia è infatti la regione con più punti di ricarica in Italia. Secondo una recente ricerca datata dicembre 2020, le 3.326 colonnine presenti sul territorio regionale costituiscono il 17% di tutta l’infrastruttura italiana.

Quali sono i punti di ricarica in città e in provincia?

Sul territorio comunale sono diverse le società che hanno installato le proprie colonnine: A2A, ad esempio, offre 20 punti di ricarica Quick Charge e 13 punti Fast Charge (fino a 50kW). La rete EnelX conta invece 21 punti di ricarica. Si stima, comunque, che in città ci siano ben 103 punti di ricarica, facilmente rintracciabili tramite mappe interattive.

Sono molte le alternative anche in provincia. Molti comuni dell’hinterland, infatti, hanno provveduto ad autorizzarne l’installazione in punti strategici, in modo da essere d’aiuto ai residenti. Molto fornita anche la rete stradale e autostradale.

Di pochi giorni fa è la notizia dell’inaugurazione di una stazione di servizio innovativa a marchio Q8 lungo la superstrada Milano-Meda, all’altezza di Paderno Dugnano. La flagship Q8, che è dotata anche di slot per il rifornimento di veicoli tradizionali (inclusi metano e GPL), offre sei postazioni di ricarica veloce, tra cui due ultrafast. Questa tecnologia è ancora poco diffusa in Italia, ma i suoi vantaggi sono notevoli. Funzionando a corrente continua, le colonnine ultrafast raggiungono la potenza di 300 kW, ricaricando quasi completamente un veicolo elettrico in soli 15 minuti.

La nuova flagship lungo la Milano-Meda, hub di servizi per gli automobilisti, fa parte del progetto aziendale Q8 “Cre8 – Creating the Station of the Future”, parzialmente finanziato per gli alternative fuel dai fondi “Connecting Europe Facility” dell’Unione Europea.  Si tratta di un progetto assolutamente innovativo che unisce sostenibilità ambientale a mobilità smart.

Gli automobilisti, infine, troveranno colonnine di ricarica anche sulla rete autostradale gestita dai vari concessionari. L’obiettivo, che sarà a breve raggiunto, permetterà di avere un punto di ricarica pubblico e attivo ogni 50 chilometri.