FIUGGI - Uno scratch dopo l'altro, perle infilate con una precisione chirurgica e una determinazione senza pari. Alexey Lukyanuk, il pilota russo del team Sainteloc, già vincitore a Roma nel 2018, quando si è anche aggiudicato il titolo continentale, è stato semplicemente perfetto nella prima giornata di gara del Rally di Roma Capitale, primo rally internazionale dopo il lockdown causato dalla pandemia di Covid-19 e primo atto sia del Campionato Europeo sia dell'Italiano. Non ha sbagliato nulla il russo che è stato costantemente il più veloce sin dal primo metro di gara e in una tappa che ha creato problemi a tanti, lui ha sempre fatto la voce grossa, portando sugli scudi la Citroen C3 R5. 

In seconda piazza provvisoria, primo dei nostri e già vincitore di "Gara 1" per il Cir Giandomenico Basso, che all'esordio sulla Vokswagen Polo R5 ha saggiamente deciso di guardare più alla classifica Tricolore che a quella assoluta di gara. Scelta saggia e condivisibile, soprattutto dopo la repentina uscita di strada di Andrea Crugnola. Il varesino ha commesso un errore da matita blu, uscendo di strada dopo poco più di due chilometri sulla prima prova speciale, toccando il guard rail in uscita da una curva.

Dietro Basso, giornata da incorniciare per Oliver Solberg, che nel secondo giro di prove (disputato senza gli occhiali dimenticati in assistenza!) ha migliorato tantissimo il proprio passo. Il giovane figlio d'arte sta dimostrando di saper imparare molto alla svelta anche sull'asfalto e ha chiuso la giornata rimediando appena 2"5 da Lukyanuk negli oltre 21 km della ripetizione della "Santopadre-Arpino". Per lui un terzo posto provvisorio che vale oro. 

Bravissimo anche il nostro Simone Tempestini (che corre con licenza rumena), ottimo quarto al termine di una giornata condotta con giudizio.

La classifica provvisoria del Rally di Roma Capitale al termine della prima tappa: 1. Lukyanuk-Eremeev (Citroen C3 R5) in 58’52”7; 2. Basso-Granai (Volkswagen Polo R5) a 34”1; 2. Solberg-Johnson (Volkswagen Polo R5) a 47”1; 4. Tempestini-Itu (Skoda Fabia R5) a 54”6.