E’ iniziato questa mattina con lo shakedown di Abissaare (6,23  km) dove il più veloce è stato il baby prodigio Kalle Rovanpera (Toyota) davanti all’idolo locale Ott Tanak (Hyundai) l’11° Rally di Estonia, settima prova del mondo rally 2021.

La gara baltica è alla sua seconda edizione iridata e presenta una tappa in più rispetto allo scorso anno. Il percorso di questo Rally Estonia è composto infatti da 24 prove speciali (nel 2020 erano 17) per un totale di 319,38 km cronometrati e prevede l’inizio delle ostilità questa sera con la superspeciale d’apertura di Tartu (2 km), dove è stata allestito il parco assistenza.

Domani si terrà la prima tappa composta da 8 prove speciali per complessivi 130,54 km cronometrati, vale a dire i crono ripetuti due volte di Arula (12,66 km), Otepaa (18,25 km), Kanepi (16,51 km) e Kambja (17,85 km). Sabato ci sarà la seconda tappa con nove crono per ulteriori 132,86 km cronometrati, con le speciali ripetute due volte di Peipsiaare (23,56 km), Mustvee (12,39 km), Raanitsa (22,76 km), Vastsemoisa (6,72 km) con la ripetizione in serata della superspeciale di Tartu (2 km).

Domenica la tappa finale con 53,98 km cronometrati suddivisi in sei speciali, vale a dire i crono ripetuti due volte di Neeruti (7,80 km), Elva (11,72 km) e Tartu vald (7,47 km) che nel secondo passaggio ospiterà la power stage alle ore 13.18 italiane. Alla gara sono iscritti 49 equipaggi, con 10 Wrc Plus al via e con Craig Breen (secondo l’anno scorso alle spalle di Tanak) in corsa sulla terza Hyundai ufficiale.

Questi i tempi dello shakedown:

1. Rovanpera in 2’51”1
2. Tänak +0.5
3. Katsuta +0.6
4. Evans +1.1
5. Ogier +2.0
6. Neuville +2.1
7. Breen +2.6
8. Suninen +3.5