Lotta dura, appassionante, vera. Alla fine della prima tappa del Rally di Roma Capitale, quinto appuntamento del Campionato Italiano Rally e terzo atto dell'Europeo, i nostri piloti comandano la classifica dopo una giornata in cui non si sono risparmiati per nulla. Dopo le sei prove speciali di oggi, precedute dalla meravigliosa prova spettacolo di venerdì sera attorno alle Terme di Caracalla, Andrea Crugnola comanda il gruppo davanti a Giandomenico Basso e ad Alexey Lukyanuk.

Il pilota varesino, che corre con la Hyundai i20 R5 schierata ufficialmente da Hyundai Italia, sino a ora è stato praticamente perfetto. Crugnola ha vinto la Power Stage di venerdì sera e si è poi ripetuto nelle due ripetizioni di Rocca Santo Stefano. Bello il duello con Giandomenico Basso, che ha vissuto un momento di svolta nella sesta prova, quando il leader provvisorio della gara ha inflitto 4"8 all'avversario e ha così allungato in classifica. 

Terzo posto, anche se con già un distacco piuttosto importante, per Lukyanuk che al momento non sembra in grado di inserirsi nei giochi per la vittoria in una gara che ha già fatto sua per due volte in passato. 

L'ottima giornata per i colori italiani è testimoniata anche dalla splendida gara di Damiano De Tommaso, che con la Citroen C3 R5 occupa la quarta posizione provvisoria.

Domani la seconda e decisiva tappa, che prevede altre sette prove speciali per oltre 123 km cronometrati.

La classifica del 9. Rally di Roma Capitale dopo la prima tappa: 1. Crungola-Ometto (Hyundai i20 R5) in 40'32"7; 2. Basso-Granai (Skoda Fabia R5) a 5"4; 3. Lukyanuk-Arnautov (Citroen C3 R5) a 21"8; 4. De Tommaso-Ascalone (Citroen C3 R5) a 31"0; 5. Herczig-Ferencz (Skoda Fabia R5) a 34"8; 6. Llarena-Fernandez (Skoda Fabia R5) a 38"0; 7. Marczyk-Gospodarczyk (Skoda Fabia R5) a 43"8; 8. Bonato-Boulloud (Citroen C3 R5) a 44"5; 9. Andolfi-Savoia (Skoda Fabia R5) a 45"3.