Purtroppo anche questa edizione della Dakar deve registrare le sue vittime, addirittura tre in due incidenti diversi. Si tratta in un caso del motociclista Eric Palante: le circostanze non sono chiare, perché il corpo ormai esanime del 50enne belga è stato trovato in mattinata dal camion dell'organizzazione che recuperava i ritirati della quinta tappa, quando ormai non c'era più nulla da fare. L'incidente è sotto inchiesta (se ne occupa il giudice Massucco, è stato specificato) ma risulta che il pilota avesse acqua con sé mentre non ci sarebbero state particolari segnalazioni d'allarme. A ciò si aggiunge che per Palante si trattava dell'undicesima Dakar e dunque non si può parlare di inesperienza nell'affrontare certe situazioni. Questo tragico evento si somma a quello di due giornalisti argentini che seguivano la gara, deceduti dopo essere stati coinvolti in un altro incidente che però non è stato registrato dall'organizzazione in quanto "collaterale" alla corsa. Augustin Mine e Daniel Ambrosio erano su un truck Nissan che è precipitato in un burrone. Nell'incidente sono stati coinvolti anche due fotografi la cui vita però non sarebbe in pericolo. Maurizio Voltini