Il fesh-fesh è stato fra i protagonisti di questa prova divisa in due spezzoni, fra Iquique e Antofagasta, per 689 km (631 di speciale). Ma senza far passare in secondo piano i protagonisti diretti per la vittoria, sempre più a ridosso fra loro. Con Nasser Al Attiyah sempre più determinato a dimostrare la sua competitività, Stephane Peterhansel che non si accontenta del secondo posto e Nani Roma che deve difendere la prima posizione in classifica, nessuno è intenzionato a dare meno del massimo, e in quest'ordine questi tre prim’attori della gara si sono presentati al traguardo. Quasi 4 minuti il distacco fra Al Attiyah e Peterhansel, ma soprattutto circa 10 fra il francese e Roma, che vede così assottigliarsi il vantaggio generale a soli 2’15”. Notevole, dopo qualcosa come 39 ore di gara effettiva! Chi invece non ha visto il traguardo è Carlos Sainz, autore di un fuoristrada nel tratto di trasferimento: il buggy SGM è rimasto seriamente danneggiato in più cappottamenti, lo spagnolo solo leggermente ferito, ma è stato portato al centro medico, mentre non si parla di danni per il navigatore Gottschalk. Con questo ritiro - vedremo quanto definitivo - a contrastare l’armata delle Mini è rimasta solo la Toyota di Giniel De Villiers, oggi quarto a precedere il polacco Holowczyc, il russo Vasiliev e Orlando Terranova (tutte Mini). Al Attiyah chiarisce bene lo spirito con cui ha corso: «Mi è rimasta una sola scelta: andare all’attacco. È stato uno stage divertente, siamo andati molto veloci e sono rimasto con Stephane quasi tutto il giorno. Ho cercato di vincere anche perché il gap fra me e Terranova si stava riducendo ed è tutto ancora aperto. Con tre giorni ancora, in ogni caso, la gara ha ancora molto in serbo per me, non è ancora finita». La tappa di giovedì va da Antofagasta a El Salvador: saranno 749 km complessivi, 605 dei quali di prova speciale cronometrata. Classifica della decima tappa: 1. Al Attiyah-Cruz (Mini) in 4’23”35; 2. Peterhansel-Cottret (Mini) a 3’50”; 3. Roma-Perin (Mini) a 13’45; 4. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota) a 28’15”; 5. Holowczyk-Zhiltsov (Mini) a 31’13”. Classifica generale: 1. Roma-Perin (Mini) in 38.52’57”; 2. Peterhansel-Cottret (Mini) a 2’15”; 3. Al Attiyah-Cruz (Mini) a 46’01”; 4. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota) a 1.14’16”; 5. Terranova-Fiuza (Mini) a 1.14’36”. Maurizio Voltini CARTE10