da Cividale del Friuli: Daniele Sgorbini Vittoria e nono titolo italiano per Paolo Andreucci al Rally del Friuli. Il pilota toscano della Peugeot ha letteralmente dominato il sesto atto del Tricolore 2015, mettendosi in testa sin dalla prima prova speciale di venerdì in una gara difficilissima per gli altri. L'eterno Ucci, come sempre in coppia con la compagna Anna Andreussi, ha dimostrato per l'ennesima volta di possedere una classe inarrivabile per chiunque, dimostrandosi freddo e cinico nel momento chiave del campionato. Gli altri, da parte loro, gli hanno in qualche modo reso la vita più agevole, a cominciare da Umberto Scandola. L'ufficiale Skoda ha nuovamente compiuto un errore e dopo aver cappottato al San Marino, si è auto eliminato dai giochi nella seconda speciale anche in questa occasione. Così a far festa, oltre ad Andreucci e alla Peugeot, che qui ha quasi messo in cassaforte anche l'ennesimo titolo Costruttori, è soltanto Alessandro Perico, capace di rientrare nel Cir con un ottimo secondo posto assoluto, davanti a Giandomenico Basso che, pure in questa occasione, ha da recriminare. La classifica finale del Rally del Friuli 1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16) in 1.35'40"3; 2. Perico-Turati (Peugeot 208 T16) a 1'21"6; 3. Basso-Granai (Ford Fiesta Ldi) a 3'17"5; 4. Koessler-Hoffmann (Subaru Impreza R4) a 5'48"4; 5. Rossetti-Chiarcossi (Renault Clio R3T) a 6'01"0.