Nel giorno dell'attesa, dopo aver fatto qualche volta avanti e indietro sui poco meno di tre chilometri tra Campofelice e Collesano, luoghi in cui "a Cursa" è sempre un culto, il circo del Tricolore sta col naso all'insù e studia il cielo. Dicono e non dicono le previsioni meteo e lasciano intendere che - comunque vada - la faccenda domani sarà assai complicata. Pioggia, forse,  a tratti, più o meno violenta, non si sa bene come e quando, anche se il forte temporale che si è abbattutto sulla zona nel primo pomeriggio fa intendere quel che potrebbe essere domani.

Un rompicapo, insomma, per chi dovrà scegliere le gomme giuste per affrontare una gara che sarà tirata come non mai.
In questi rally ridisegnati dal COVID, in cui ci si gioca tutto sul filo dei decimi e dove non è ammessa alcuna incertezza, capire in anticipo le intenzioni del cielo è certo che farà la differenza, specialmente sugli asfalti siciliani che da sempre sono conosciuti per offrire ben poco grip. Una chiave di lettura in più per una gara che, viste queste premesse, potrebbe anche offrire qualcosa di nuovo della solita e scontata lotta tra Giandomenico Basso e Andrea Crugnola.

Intanto lo shakedown di questa mattina ha dispensato già una buona dose di amarezze e gioie: le prime per Rudy Michelini, che ha sbattuto la sua Polo R5, le seconde per Alex Re, il più veloce di tutti a leggere i tempi pubblicati dai cronometristi. 

Nell'attesa vien da chiedersi dove potrà arrivare, forte delle sue dieci vittorie alla Targa, sua maestà Paolo Andreucci: facile che con la piccola Peugeot 208 Rally 4 il garfagnino si riveli una pietra di paragone decisamente ingombrante per i sei ragazzi in corsa nel Campionato Italiano Junior, giunto in Sicilia al suo quarto atto dopo aver fatto tappa suli sterrati di San Marino. 

Programma concentrato quello di domani: partenza alle 9 dal parco assistenza a Campofelice di Roccella, poi il primo dei tre giri sulle tre prove da ripetere: Tribune (che parte proprio da uno dei luoghi simbolo della Targa Florio), Targa e Scillato. 

Gara come ormai di consueto a porte chiuse, anche se grazie al nulla osta di Prefettura e Questura l'arrivo di domani alle 20:15 sarà in piazza Garibaldi a Campofelice di Roccella.