da Mikolajki (Polonia): Marco Giordo “Sarà una gara che si deciderà sul filo dei secondi”, ha detto Sébastien Ogier questa mattina dopo lo shakedown. E così è stato finora, come evidenziato dal risultato delle prime tre speciali della gara polacca disputatesi oggi, nel pomeriggio e in serata. Ogier è stato il più veloce a Milki, Hanninen ha poi subito risposto a Kruklanki, ed infine nella super speciale serale di Mikolajki il più bravo è stato di nuovo Ogier che ha chiuso così in testa la giornata. In ombra Latvala, che ha perso 20” nelle prime due speciali, lamentandosi per il poco feeling con la macchina, e per i fantasmi del 2009, quando qui buttò via clamorosamente un secondo posto uscendo di strada nella super speciale finale. Quanto a Kubica, l’idolo di casa è stato bravissimo nella prima speciale staccando il quinto crono, meno bravo nella seconda dove ha capottato perdendo 30”, ed infine tredicesimo a 5"6 da Ogier nella super speciale serale. Gara quindi ancora aperta, con i primi 5 racchiusi in 9", che domani continuerà con il prosieguo della prima tappa ed ulteriori 7 speciali per complessivi 91 km cronometrati. La corsa sconfinerà nella vicina Lituania, una novità assoluta questa per il mondiale rally. E nella repubblica baltica la lunga speciale di Kapciamiestis è stata dimezzata per motivi di sicurezza, a causa delle forti piogge di recente abbattutesi nella zona, e misurerà 12,92 km invece degli originari 26,61. A metà giornata inoltre, sempre in Lituania, domani è previsto un remote service in programma nella cittadina di Druskininkai. Questa la classifica del Rally di Polonia dopo le prime 3 prove speciali: 1 Ogier (VW), 17m 49.2s 2 Mikkelsen (VW) +2.8s 3 Meeke (Citroen) +7.0s 4 Hänninen (Hyundai) +7.8s 5 Ostberg (Citroen) +8.9s 6 Neuville (Hyundai) +21.1s 7 Paddon (Hyundai) +23.2s 8 Latvala (VW) +23.5s 9 Hirvonen (Ford) +29.4s 10 Prokop (Ford) +31.0s 12 Kubica (Ford) +37.3s Polonia_Kubica1 Polonia_Kubica2

Rally Polonia: pronti al via!

Tutto è pronto per il 71° “Rajd Polski” che parte questo pomeriggio da Mikolajki, una cittadina turistica situata 230 km a nord di Varsavia, non lontana dal confine con Russia (Kaliningrad) e Lituania, in due regioni che ospitavano l’antica Prussia ricche di grandi laghi denominate Warmia e Mazury. Il percorso della prova polacca, settima prova iridata della stagione, prevede 336 km cronometrati ed è quasi completamente inedito. Solo una delle 24 speciali in programma è infatti identica a quelle previste nell’ultima edizione iridata svoltasi nel 2009 e vinta da Mikko Hirvonen (Ford Focus Wrc). La gara prende il via nel tardo pomeriggio con le due speciali di Milki (14,54 km) e Kruklanki (17,24 km) seguite dalla super speciale trasmessa in diretta da Fox Sports 2 di Mikolajki Arena (2,50 km) per un totale di 34 km cronometrati. Poi domani la corsa continuerà con la prima tappa con ulteriori 7 speciali e 91 km cronometrati sconfinando nella vicina Lituania, una novità assoluta questa per il mondiale rally. Da segnalare che proprio ieri è stato deciso che la lunga speciale di Kapciamiestis è stata dimezzata a causa delle forti piogge abbattutesi nella zona, e misurerà 12,92 km invece degli originari 26,61. A metà giornata è previsto un remote service in programma nella repubblica baltica nella cittadina di Druskininkai. La seconda tappa, la più lunga con i suoi 161,58 km cronometrati e 9 prove speciali, andrà invece a nord e costeggerà la frontiera russa con la speciale di Goldap (lunga 35 km), non lontana da Kaliningrad, importante ex base navale sovietica sul Baltico. La giornata finale di domenica sarà invece tutta ambientata nella zona di Mikolajki con 49,18 km cronometrati e 4 crono, l’ultimo dei quali sarà la power stage di Baranowo di 14,90 km. Per uno scherzo della matematica alla fine sono risultati 71 gli iscritti al 71° Rally di Polonia. Un numero interessante, dovuto al fatto che oltre ai partecipanti al mondiale e al Wrc 2, nella gara polacca saranno al via anche il mondiale Junior e il Trofeo Fiesta DMack. Saranno 15 le Wrc al via con ben tre piloti polacchi al via, oltre al campionissimo di casa Robert Kubica ci saranno infatti stavolta altre due new entry, quella degli altri due idoli locali Holowczyc e Solowow entrambi al volante di una Ford Fiesta Wrc. Nel Wrc 2 mancheranno i leader della serie Bertelli e Protasov, con Tanak e Ketomaa sulle Fiesta R5 favoriti per la vittoria, mentre nel Produzione il nostro Rendina punta ad un pronto riscatto dopo la sfortunata prova in Sardegna e a consolidare la sua leadership nel campionato dall’attacco dell’argentino Alonso. Al via anche i due Tempestini, papà Marco navigato da Lucio Baggio su Subaru Impreza e il giovane figlio Simone nello Junior sulla Citroen Ds3 R3T. Questi I tempi dello shakedown di questa mattina: 1. Latvala (VW) 1m 59.3s 2. Ostberg 1m 59.8s 3. Mikkelsen (VW) 1m 59.9s 4. Ogier (VW) 2m 00.1s 5. Meeke 2m 00.7s 6. Kubica 2m 01.5s 7. Neuville 2m 01.5s 8. Solberg 2m 01.7s 9. Hänninen 2m 02.4s 10. Hirvonen 2m 03.0s ogier