da Mikolajki (Polonia): Marco Giordo È stata un vero disastro la trasferta odierna in Lituania del mondiale. Con ben due speciali su quattro annullate, alla fine si è sprecata un’intera giornata di gara per percorrere solo 59 km di speciali, spostando la corsa a ben 225 km di distanza da Mikolajki. La prova di Kapciamiestis era stata già accorciata da 26,61 a 12,92 km per il molto fango presente su questa velocissima speciale circondata dagli alberi, ma non è bastato perché poi dopo il primo passaggio la prova è stata annullata così come quella seguente di Margionys. Era impossibile infatti correre nelle profonde rotaie che si erano formate sulla prova. La gara è ripresa così dopo ben sei ore ed anche nelle due ultime speciali di Wieliczki e di Mikolajki si è scatenata la grande bagarre tra Andreas Mikkelsen e Sébastien Ogier, con il giovane norvegese che ha bissato la vittoria nella speciale di Wieliczki passando di nuovo in testa per una manciata di decimi. Ma poi nella Mikolajki Areana si è scatenato Ogier, che ha riconquistato la leadership della corsa per soli nove decimi. Quattro piloti sono così divisi a fine tappa da soli 32” e così la seconda tappa di domani, la più lunga della gara con i suoi 161,58 km cronometrati e 9 prove speciali, sarà molto probabilmente la giornata decisiva dell'intera corsa. Il rally si sposterà all’estremo nord della Polonia e costeggerà la frontiera russa con la speciale di Goldap (lunga 35 km), non lontana da Kaliningrad, l’importante porto ex base navale sovietica sul Baltico. Da segnalare che Tanak è in testa al Wrc 2, che Rendina è subito alle spalle di Alonso nel Produzione, mentre Tempestini è secondo nello Junior dietro al francese Lefebvre. Questa la classifica alla fine della prima tappa: 1. Ogier a 47’22”4; 2. Mikkelsen a 0”9; 3. Ostberg a 19”5; 4. Latvala a 32”0; 5. Meeke a 40”0; 6. Hanninen a 1’19”3; 7. Hirvonen a 1’06”8; 8. Kubica a 1’16”1; 9. Evans a 1’21”4; 10. Neuville a 1’22”8. ogier Polonia_Lituania

Rally Polonia: Ogier ancora leader in mattinata

Da Druskininkai (Lituania): Marco Giordo Grande bagarre tra Andreas Mikkelsen e Sébastien Ogier questa mattina sulle speciali del Rally di Polonia, che oggi ha sconfinato nella vicina Lituania. Il giovane norvegese ha vinto la prima speciale di Wieliczki passando in testa per una manciata di decimi e poi conservando la leadership della corsa per un solo decimo dopo la prova di Kapciamiestis vinta da Ostberg e ridotta da 26 a 13 km per motivi di sicurezza, a causa delle forti piogge di recente abbattutesi nella zona. Poi sui 18 km del crono di Margionys si è scatenato Ogier che rifilando 1"6 a Mikkelsen è passato di nuovo in testa al rally con 1"5 di vantaggio sul rivale norvegese. A metà giornata quindi, prima del remote service in programma in Lituania nella cittadina di Druskininkai Ogier guida sempre la gara ma i migliori sono tutti racchiusi in soli trenta secondi. Nel pomeriggio il secondo passaggio sulle speciali di Kapciamiestis, Margionys e Wieliczy ed alle 22 la super speciale di Mikolajki. Questa la classifica del Rally di Polonia dopo le prime 6 prove speciali: 1. Ogier (VW) in 39m 54.0s 2. Mikkelsen (VW) +1.5s 3. Ostberg +15.2s 4. Latvala (VW) +29.4s 5. Meeke +36.0s 6. Hänninen +38.4s 7. Hirvonen +59.7s 8. Neuville +1m 01.8s 9. Kubica +1m 12.0s 10. Evans +1m 13.8s mikkelsen1 mikkelsen