Sébastien Ogier (Toyota Yaris) ha consolidato il suo vantaggio in testa al Rally del Messico dopo la prima parte della seconda tappa. Il pilota francese della Toyota si è aggiudicato subito il primo crono della giornata di Guanajuatito (24,96 km), poi ad Alfaro (16,99 km) il più veloce è stato Thierry Neuville (Hyundai), mentre a Derramadero (21,78 km) il campione del mondo Ott Tanak ha messo tutti in riga.

Ogier guida ora la gara con 28”3 su Suninen (Ford), mentre subito alle sue spalle Tanak è balzato al terzo posto a 34”9, mentre Evans è ora retrocesso in quarta posizione a 44”3 con Rovanpera quinto a 1’22”4. Greensmith è retrocesso al decimo posto per problemi all’acceleratore, e così Tidemand (Skoda) è ora sesto assoluto e guida nel Wrc 2, mentre nel Wrc 3 è saldamente in testa Marcos Bulacia (Citroen C3 R5) navigato dal nostro Giovanni Bernacchini, con sempre quinti i nostri Linari e Arena (Ford Fiesta).

Nel pomeriggio messicano (la tappa si concluderà alle 2 del mattino italiane) le ostilità riprendono con la ripetizione delle prove speciali di Guanajuatito (24,96 km), Alfaro (16,99 km) e Derramadero (21,78 km) seguite in serata dalle due speciali all’autodromo di Leòn (2,33 km) e dalla Street Stage di Leòn (1,62 km).

Domani l’ultima tappa di domenica è lunga 56,01 km cronometrati con tre sole prove in programma, quella di Otates (33,61 km), San Diego (12,76 km) ed El Brinco di 9,64 km che alle ore 18.18 italiane sarà valida come power stage e trasmessa in Italia in diretta su DAZN.

Questa la classifica dopo 15 prove speciali:

1. Ogier in 2h03’08”8
2. Suninen a 28”2
3. Tanak a 34”9
4. Evans a 44”3
5. Rovanpera a 1’22”4
6. Tidemand a 7’11”1
7. Gryazin a 8’08”0
8. Bulacia a 9’55”9
9. Veiby a 12’22”0
10. Greensmith a 12’56”2