Si è chiusa con due Hyundai in testa la prima tappa del Rally di Turchia formata da due speciali, quelle di Icmeler (13,90 km) e Gokce (11,32 km) per complessivi 25,22 km cronometrati. Neuville (Hyundai) si è aggiudicato il primo crono di Icmeler, poi Ogier (Toyota) ha messo tutti in fila a Gokce recuperando posizioni e chiudendo terzo la giornata iniziale alle spalle dello stesso Neuville e del leader della corsa, il nove volte campione del mondo Sebastien Loeb. I tre sono racchiusi in meno di un secondo e mezzo con Evans quarto a 2”1 e quinto Rovanpera a 2”7.

WRC, Rally Turchia: Neuville il più veloce nello shakedown

Un lungo weekend

La seconda tappa di domani sarà identica alla seconda giornata del 2019, con 6 prove speciali cioè in pratica due passaggi sull’ostico crono lungo ben 31,79 km di Yesilbelde, seguito da quelli di Datca (8,75 km) e Kizlan (13,15 km) per complessivi 107,38 km cronometrati.

Domenica poi il gran finale con 90,20 km cronometrati, suddivisi nei due passaggi sulla speciale lunga di Cetibeli (38,15 km) e sulla classica power stage di Marmaris di 7,05 km. 

Questa la classifica alla fine della prima tappa del Rally di Turchia:

1. #Loeb in 18’50”9

2. #Neuville +1.2 

3. Ogier +1.3

4. Evans +2.1

5. Rovanpera +2.7

6. Suninen +4.2

7. #Tanak +4.8 

8. Lappi +6.6

9. Greensmith +16.1

10. #Loubet +28.5