Tutto è pronto a Gap per la partenza dell’edizione numero 89 del Rally di Montecarlo. I 79 piloti che hanno verificato, hanno oggi terminato le ricognizioni sul percorso, e la gara inizia domani pomeriggio con la prima tappa di soli 41,36 km cronometrati composta da due prove speciali, Saint Disdier-Corps (20,58 km) e Saint Maurice-Saint Bonnet (20,78 km).

Le previsioni meteo sono incerte, le temperature sono in leggera ascesa e la neve si sta sciogliendo, questo dunque potrebbe essere un “Monte” più asciutto del previsto.

Anche Ocon protagonsita al Montecarlo

La conferenza stampa

Molto carico alla vigilia è apparso il campione del mondo Sébastien Ogier: “Sarà una gara come al solito dura e incerta - ha commentato il pilota della Toyota- in cui ci saranno difficoltà in tutte e quattro le tappe, anche se la seconda che è anche la più lunga è quella a priori più difficile sulla carta. Soprattutto la seconda speciale di Chalancon è molto insidiosa con delle parti strette e impegnative. Delle nuove gomme Pirelli ho provato soprattutto le winter, se sarà asciutto avrò modo di conoscere meglio le soft e le super soft. Per me questa è la gara di casa, ci tengo a vincere e non è detto che in futuro non mi rivediate al via in questo rally anche dopo il mio ritiro”.

Positivo alla vigilia anche Dani Sordo: “È vero che non ho partecipato alle ultime due edizioni- ha commentato lo spagnolo della Hyundai- ma mi sento in forma e sono venuto qui per vincere. Ecco perché ho voluto ancora al mio fianco Carlos Del Barrio, con cui sono molto affiatati. Sarà una gara in cui come sempre la scelta delle gomme sarà determinante“.

Infine Neuville, che rimane misterioso sulle cause che l’hanno portato al “divorzio” da Gilsoul, parla delle condizioni: “È impossibile prevedere che condizioni troveremo sulle speciali  - ha dichiarato- anche se la neve si sta sciogliendo e troveremo la mattina il verglas. Con il mio nuovo navigatore Martijn De Wydaeghe non ho mai fatto nemmeno un metro,  impareremo a conoscerci in gara”.