La terza prova del campionato del mondo 2021, il Croatia Rally, prende il domani. Sarà una corsa praticamente nuova per tutti i top drivers, perché nessuno tra i piloti in gara al volante delle Wrc Plus l’ha mai disputata. E’ un’altra “new entry” assoluta per la serie iridata, la seconda della stagione dopo l’Arctic. La kermesse balcanica si preannuncia come un rally molto veloce, e diverso dalle altre prove mondiali su asfalto, con un percorso che prevede tre tappe e 20 prove speciali per complessivi 300,32 km cronometrati.

Le tappe

L’inizio delle ostilità è previsto domani alle 9 del mattino con lo shakedown di Medvegrad (4,60 km). Venerdì  poi si disputerà la prima tappa di complessivi 99,82 km cronometrati, composta da 8 speciali, vale a dire 4 crono ripetuti due volte, quelli di Rude-Plesivica (6,94 km), Kostanjevac-Petrus Vrh (23,76 km), Jaskovo-Mali Modrus Potok (10,10 km) e Pecurkovo Brdo-Mrezinicki-Novaki (9,11 km). Sabato la seconda giornata presenta altre 4 speciali ripetute due volte, per un totale di 121,92 km cronometrati, quelle di Mail Lipovec-Grdanjci (20,30 km), Stojdraga-Gornja Vas (20,77 km), Krasic-Vrskovak (11,11 km) e Vinski Vrh-Duga Resa (8,78 km). Infine domenica è prevista l’ultima tappa con 4 prove speciali per complessivi 78,58 km cronometrati, con i crono ripetuti due volte di Bliznec-Pila (25,20 km) e Kumrovec (14,09 km) che ospiterà la power stage finale in programma alle ore 13.18 locali.

Gli iscritti

Sono in totale 10 le world rally car iscritte in Croazia, inoltre sono 7 i piloti partecipanti al Wrc 2, ben 15 quelli in gara nel Wrc 3 e 8 nello Junior, che farà il suo esordio stagionale in questa gara. Il terzo round del mondiale vede al via 68 iscritti, tutti di qualità, tra i quali solo 2 sono gli equipaggi italiani in gara che si daranno battaglia sulle speciali balcaniche, Brazzoli-Barone (Skoda Fabia) iscritti al Wrc 2 e Miele-Beltrame (Skoda Fabia Evo) iscritti al Wrc 3.

Oltre all’attuale leader del mondiale Kalle Rovanpera, la Toyota schiera il sette volte campione del mondo Sébastien Ogier e sulla terza Yaris ufficiale il gallese Elfyn Evans. Al via su Toyota Yaris Wrc ci sarà anche Takamoto Katsuta, mentre la Hyundai si presenta con Thierry Neuvile che insieme a Ott Tänake all’irlandese Craig Breen, recente vincitore del Sanremo, porteranno in gara le i20 Wrc Plus del team coreano.

Sarà invece al via con la i20 Plus del Team 2C Competition il còrso Pierre-Louis Loubet, invece la MSport Ford World Rally Team, la squadra di Malcolm Wilson, schiera l’inglese Gus Greensmith navigato per la prima volta da Chris Patterson, e sulla seconda Fiesta ufficiale il promettente giovane francese Adrien Fourmaux, al suo esordio assoluto al volante di una Plus.

Andreas Mikkelsen guida l’entry list tra le Wrc 2, sulla Skoda Fabia Rally2 Evo della Toksport e con lui ci sarà Marcos Bulacia, mentre il finlandese Teemu Suninen e lo svedese Tom Kristensson saranno in gara sulle Ford Fiesta R5 MkII della MSport. Da segnalare anche la partecipazione del campione in carica Mads Ostberg su una Citroen C3 R5 ufficiale e del russo Gryazin (VW Polo R5).

Nel Wrc 3 sono da segnalare le presenze delle due Citroen C3 di Ciamin e Rossel ed il ritorno del polacco “Kajto” Kajetanowicz (Skoda Fabia Evo), al via anche il paraguyano Zaldivar (Skoda Fabia Evo) navigato dall’esperto Carlos Del Barrio. Tra gli Junior il lettone Sesks è il principale favorito, a giocarsela con lui sulle Ford Fiesta Rally 4 gestite dalla MSport Poland ci saranno il finlandese Pajari ed il rumeno Badiu.