E’ stato un finale al cardiopalma quello del “Croatia Rally”, vinto alla fine dal campionissimo francese Sébastien Ogier (Toyota) per soli sei decimi di secondo sul compagno di squadra  Elfyn Evans, che allo start della power stage di Zagorska Sela aveva 3”9 di vantaggio sul compagno di squadra. E sui 14,09 km della speciale conclusiva Ogier si è letteralmente scatenato staccando Evans di 4”5 vincendo così la gara.


WRC Croazia, Ogier leader della seconda tappa

Incidente con uno spettatore per Ogier

Un altro colpo di scena c’era stato questa mattina all’inizio della tappa finale. Mentre si dirigeva verso la prima speciale di Bliznec, Sébastien Ogier che era in testa alla gara con 6”9 di vantaggio su Evans e 10”4 su Neuville, ha urtato in trasferimento con la portiera destra della sua Yaris la vettura di uno spettatore che gli aveva tagliato la strada. Il risultato è stato l’aerodinamica leggermente compromessa e secondi preziosi persi nelle prime tre speciali finali, perdita della leadership e probabile addio ad una vittoria.

Una vittoria davvero sofferta ottenuta poi in extremis dal francese per l’inezia di sei decimi di secondo, con Neuville (Hyundai) terzo staccato di 8”1, dopo Evans, Ostberg vincitore del Wrc 2 e Kajetanowicz del Wrc 3.

 

 

Classifica finale del Rally di Croazia:
 

1° Sébastien Ogier – Julien Ingrassia  (Toyota Yaris Wrc) F-F in 2.51’22”9

2° Elfyn Evans – Scott Martin (Toyota Yaris Wrc) GB-GB a 0”6

3° Thierry Neuville – Martijn Wydaeghe (Hyundai i20 Wrc) B-B a 8”1

4° Ott Tanak – Martin Jarveoja (Hyundai i20 Wrc) EST-EST a 1’25”1

5° Adrien Fourmaux – Renaud Jamoul (Ford Fiesta Wrc) F-F a 3’09”7

6° Takamoto Katsuta – Daniel Barritt (Toyota Yaris Wrc) JPN-GB a 3’31”8

7° Gus Greensmith – Chis Patterson (Ford Fiesta Wrc) GB-IRL a 3’58”8

8° Craig Breen – Paul Nagle (Hyundai i20 Wrc) IRL-IRL a 4’28”2

9° Mads Ostberg – Torstein Eriksen (Citroen C3 Rally2) N-N a 10’00”8

10° Teemu Suninen – Mikko Markkula (Ford Fiesta Rally2) FIN-FIN a 10’29”3

 
Così il Mondiale Piloti dopo tre prove:

1° Ogier 61 punti;
2° Neuville 53;
3° Evans 51;
4° Tanak 40;
5° Rovanpera 39;
6° Breen e Katsuta 24;
8° Fourmaux e Greensmith 12;
10° Sordo 11.

Questa la classifica del Mondiale Costruttori dopo tre gare:

1° Toyota Gazoo Racing 138 punti;
2° Hyundai Motorsport 111;
3° MSport 42.