Il padre di Oliver Solberg, Petter, è risultato positivo al coronavirus lunedì 24 maggio. Il protocollo COVID-19 della FIA e i regolamenti nazionali stabiliscono norme chiare per i soggetti a stretto contatto. Oliver, è stato ripetutamente testato e risultato negativo da lunedì, ma rimarrà però in quarantena in un hotel a Oporto per 14 giorni.

Il giovane Solberg aveva previsto di fare la sua seconda apparizione sulla Hyundai i20 Wrc della stagione la settimana prossima nella quinta prova del campionato mondiale rally in Sardegna. “Potete immaginare quanto sono deluso da questa notizia, sono un po' sconvolto - ha commentato-. Nell'ultimo anno abbiamo visto cosa può fare il coronavirus. Mio padre sta bene con la febbre che non è alta e in primis sto pensando a lui. È però questa una cosa davvero difficile da accettare, ma arriverà il momento del mio prossimo rally al volante della fantastica Hyundai i20 Wrc. Abbiamo queste regole da rispettare per cercare di impedire che questa pandemia si diffonda. La mia famiglia accetta completamente ciò che ci dicono le FIA, gli organizzatori dei rally, i governi nazionali e i medici. La cosa più importante è che teniamo al sicuro le persone”.