Emozioni a gogo anche nella tappa finale del Safari, tutta ricavata nella parte nord del lago di Elementatita composta da 48,56 km cronometrati con cinque speciali in programma, quella di Malewa (9,71 km) e poi quelle ripetute due volte di Loldia (11,33 km) e Hells Gate (ridotta a 5,63 km nel primo passggio), che ospitava la power stage finale di 10,56 km, tutta ricavata all’interno di un grande parco naturale del Kenya.

E subito già nella prima speciale arrivava il grande colpo di scena, con Neuville che nel primo crono di Loldia perdeva ben 59”2 su Ogier per aver danneggiato la sospensione posteriore destra. Dopo il fine prova il pilota belga, che era rimasto in testa con 11”7 su Katsuta e 16”3 su Ogier, si doveva però fermare e così a Hells Gate il nuovo leader diventava Katsuta con 8 decimi su Ogier. Poi sulla pietraia di Malewa Fourmaux sulla Fiesta segnava il suo primo scratch iridato con Séb Ogier che raggiungeva Katsuta in testa alla classifica, poi nel secondo passaggio a Lolda il francese segnava il miglior tempo staccando il giapponesino volante di 8”3 ed agguantando così la leadership, che poi ha suggellato nella power stage vinta da Tanak.

Questa la classifica finale del Safari Rally 2021:

1° Sébastien Ogier – Julien Ingrassia (Toyota Yaris Wrc) F-F in 3.18’11”3
2° Takamoto Katsuta – Daniel Barritt (Toyota Yaris Wrc) JPN-GB a 21”8
3° Ott Tanak – Martin Jarveoja (Hyundai i20 Wrc) EST-EST a 1’09”5
4° Adrien Fourmaux – Renaud Jamoul (Ford Fiesta Wrc) F-B a 1’44”7
5° Gus Greensmith – Chris Patterson (Ford Fiesta Wrc) GB-IRL a 1’54”6
6° Kalle Rovanpera – Jonne Halttunen (Toyota Yaris Wrc) FIN-FIN a 10’53”4
7° Onkar Rai – Drew Sturrock (Volkswagen Polo GTI R5) KEN-KEN a 29’26”4
8° Caran Patel – Tauseef Khan (Ford Fiesta R5) KEN-KEN a 33’30”4
9° Carl Tundo – Tim Jessop (Volkswagen Polo GTI R5) KEN-KEN a 36’40”7
10° Elfyn Evans – Scott Martin (Toyota Yaris Wrc) GB-GB a 49’22”7

Così il Mondiale Piloti dopo 6 gare:

1° Ogier 133 punti; 2° Evans 99; 3. Neuville 77; 4° Tanak 69; 5° Katsuta 66; 6° Rovanpera 56; 7° Greensmith e Fourmaux 32; 9° Sordo 31; 10° Breen 24.

Questa la classifica del Mondiale Costruttori dopo 6 prove:

1° Toyota Gazoo Racing 273 punti; 2° Hyundai Motorsport 214; 3° MSport 109