Come previsto il Rally di Ypres è stato sinora dominato dalla Hyundai e dai suoi piloti grazie a Thierry Neuville che qui è di casa, e Craig Breen, che ha già corso cinque volte da queste parti, che sono stati finora i veri dominatori della prova fiamminga.

I cavalli del nuovo motore della i20 Plus che aveva esordito in Estonia, hanno fatto stavolta la differenza sugli insidiosi 135,34 km cronometrati tutti su asfalto, pavé e cemento che componevano la prima tappa con 8 prove speciali in programma (l’ultima annullata per problemi con gli spettatori), vale a dire i crono ripetuti due volte di Reninge (15 km), Westouter (19,60 km), Kemmelberg (23,62 km) e Zonnebeke (9,45 km).

Le Ford fuori dai giochi

Neuville si è infatti aggiudicato ben quattro speciali, due sono invece state appannaggio di Breen ed una di Tanak. Alla fine Neuville ha così chiuso la prima tappa con 7”6 di vantaggio su Breen e 31”2 su Tanak che ha così chiuso un podio totalmente Hyundai, mentre più staccati seguono i piloti della Toyota con Rovanpera quarto a 32”6, Evans quinto a 33”4 e Ogier sesto a 39”4.

Sono invece uscite fuori strada le due Fiesta di Fourmaux e Greensmith e così l’unica nota lieta per la MSport stava arrivando dal Wrc2 dove Suninen dopo aver a lungo tenuto la leadership davanti alla nuova Hyundai i20 Rally 2 di Huttunen, si è dovuto fermare per un surriscaldamento del motore. 

Tra Hollebeke e Francorchamps

La seconda tappa in programma domani prevede 119,92 km cronometrati e altre 8 speciali (4 ripetute due volte), quelle di Hollebeke (25,86 km), Dikkebus (12,49 km), Watou (13,62 km) e Mesen-Middellhoek (7,99 km). Infine la domenica di Ferragosto gli ultimi 55,66 km cronometrati a Francorchamps e sul circuito di Spa che ospiterà la power stage finale della gara alle ore 12.18.

Questa la classifica dell’Ypres Rally dopo la prima tappa:

1. Neuville in 1h04’27”0

2. Breen +7.6

3. Tänak +31.2

4. Rovanperä +32.6

5. Evans +33.4

6. Ogier +39.4

7. Katsuta +1:24.5

8. Loubet +2:50.0