GP d'Italia

Il Gran Premio d’Italia è l’ottava gara del calendario del Campionato del Mondo di Formula 1 2020, oltre ad essere il primo GP dei tre previsti sul territorio italiano.

Il Gran Premio d’Italia è uno degli appuntamenti fissi della F1, sempre presente in calendario fin dalla prima edizione del Campionato del Mondo di Formula 1 avvenuta nel 1950.

La corsa Tricolore si è sempre tenuta nell’Autodromo di Monza, tranne che in 5 occasioni: Montichiari (1921), Livorno (1937), Milano (1947), Torino (1948) ed Imola (1980).

Il circuito brianzolo, che sorge nel parco di Monza, è il terzo circuito permanete più antico del Mondo ed è considerato il tempio della velocità della F1 perché è il tracciato che si percorre alla media più alta.

E’ lungo 5793 metri, conta 11 curve, ma soprattutto 4 lunghi rettilinei dove le monoposto superano i 350 km/h. Le zone dove i piloti possono attivare il DRS sono due: sul rettifilo principale e al Serraglio, l’allungo con leggere piega a sinistra dopo le Lesmo e prima della variante Ascari.

Il record del giro più veloce appartiene ancora a Rubens Barrichello che, il 12 settembre del 2004, fermò il cronometro sul 1:21.046 sulla sua Ferrari F2004. Kimi Raikkonen, nel 2018, ha fatto meglio, ma il suo 1:19.119 alla media di 263,587 km/h non è entrato nel Guinnes dei Primati perché fatto in qualifica.

Il weekend del Gran Premio d’Italia 2020 inizia venerdì 4 settembre con i due turni di prove libere alle 11:00 e alle 15:00. Sabato 5 le FP3 sono programmate alle 12:00, mentre la caccia alla pole scatta a partire dalle 15:00. Poi, occhi puntati su domenica 5, con la trepidante attesa per lo start, come di consueto, alle 15:10.