Ancora un posto da annunciare in Renault e.dams, DS Virgin e Venturi Racing, oltre ai due piloti che gireranno con NIO nei test a Marrakesh, dopo la conferma che saranno Paul Di Resta e Pietro Fittipaldi a guidare la Jaguar I-Type 2 in Marocco.

Da possibile alternativa a Felipe Massa in Williams nel 2018, opzione tramontata dopo i test svolti ad agosto in Ungheria, per Di Resta ci sarà la prima presa di contatto con la Formula E. Come Caldarelli, anch'egli presente in Marocco, con Dragon Racing, vivrà un gennaio ricco di impegni, vista la partecipazione alla 24 Ore di Daytona con United Autosports, il che significa subito i test ROAR giorni, poi la trasferta a Marrakesh dove girerà il 14 gennaio e il ritorno Oltreoceano per la 24 Ore del 27 gennaio.

«Non vedo l'ora del primo assaggio con la Formula E e la Jaguar I-Type 2. Si tratta di un'opportunità perfetta, che arriva nel momento giusto dell'anno per essere provata. E' fantastico iniziare un rapporto con Panasonic Jaguar Racing, a Marrakesh sarà un'intensa giornata di test ma sono convinto di poter dare al team dei riscontri interessanti», ha commentato Di Resta.

Daytona, Alonso guida lo squadrone United Autosports

Quanto a Pietro Fittipaldi, il nipote di Emmo arriva da una stagione da incorniciare, con la vittoria del titolo nel World Series Formula 3.5 e l'esperienza al volante della Porsche 919 Hybrid, nei test in Bahrain dello scorso novembre: «Sono contentissimo e ringrazio Panasonic Jaguar Racing per avermi offerto la possibilità di testare la I-Type 2. Ho sempre seguito la Formula E da vicino, sin dai primi test a Donington, perciò sono impaziente di guidarla, sarà un privilegio farlo con la tradizione che Jaguar ha nelle corse».