Lascia il sedile del simulatore per un'uscita vera, in pista. Appuntamento sui 1.900 metri del circuito di Parigi, per Ma Qing Hua. Il pilota di riserva della cinese NIO subentrerà per la tappa parigina del campionato di Formula E a Luca Filippi. Si tratterà di un ritorno per Hua tra le curve del tracciato intorno all'Hotel des Invalides, gara d'esordio nel 2015-2016 in Formula E, allora con Super Aguri. Mancato un potenziale arrivo a punti nell'e-Prix di Roma, a causa dell'incidente al tornante, Luca Filippi è atteso al rientro nell'e-Prix di Berlino.

«Anzitutto sono davvero felice di tornare a correre con il team NIO, che ringrazio per l'opportunità. Non vedo l'ora di gareggiare ancora contro alcuni dei migliori piloti al mondo. Farò del mio meglio per centrare il risultato migliore possibile, ci vediamo a Parigi», l'appuntamento dato dal ventunenne pilota di Shanghai, con all'attivo 7 gare nella serie elettrica, tra Super Auguri e Techeetah, e il miglior risultato dell'undicesimo posto ottenuto nell'e-Prix di Londra 2016.

Sterzi a parte: I ragazzi del muretto hanno stufato

NIO che prima di correre a Parigi è impegnata nella seconda sessione di test collettivi con la monoposto Gen2, quattro giornate a Calafat con al volante Oliver Turvey saranno il primo assaggio del nuovo progetto per la squadra, assente nei test di Monteblanco. «Il team NIO Formula E è felicissimo di offrire a Ma Qing Hua l'opportunità di guidare la NIO 003 nell'e-Prix di Parigi, non vediamo l'ora di dargli il benvenuto nel paddock al prossimo appuntamento», le parole istituzionali di Gerry Hughes, team principal della squadra cinese.