Dal nostro inviato a Sakhir (Baharain): Cesare Maria Mannucci Dopo il Gp di Malesia, riferendosi a quanto accaduto ai box della Williams tra Massa e Bottas, Niki Lauda ha detto: “Siamo consapevoli che durante la stagione, anche noi potremmo trovarci di fronte a problemi di questo tipo, tra Hamilton e Rosberg”. Ora Toto Wolff scende più nel dettaglio, su questa problematica che presto - vista l’attuale superiorità della Mercedes - potrebbe esplodere in pista in forma estrema. “La rivalità tra i nostri piloti esiste sin dall’inizio, dal mese di gennaio. La differenza rispetto ad altre situazioni di altre squadre, è che Hamilton e Rosberg si conoscono molto bene da tanto tempo, sin dai tempi del kart. Tra di loro esiste una relazione cordiale, corretta. Questo però non vuole dire che tra di loro non ci sia grande competitività e che ricorreranno ad ogni possibile vantaggio per avere la meglio. Lo abbiamo già visto lo scorso anno, sempre durante il GP di Malesia, quando ci siamo trovati a gestire in pista una situazione nel modo non appropriato, semplicememte perchè eravamo sopresi noi per primi di essere così competitivi. Da quel giorno abbiamo dedicato parecchio tempo per discutere questo aspetto, i possibili scenari ed eventuali sviluppi. Perchè nella priorità della Mercedes gli interessi del team vengono prima. Ma un giorno magari succederà che ci saranno delle discussioni e tutto questo sarà puramente accademico. Sappiamo che dovremo affrontare delle polemiche, delle discussioni, e che dovremo cercare di gestire al meglio quella situazione. Perchè si tratta di persone con un grande spirito combattivo. Considerando le rispettive vittorie di Rosberg in Australia e di Hamilton in Malesia, direi che per ora il rendimento dei due è simile.”