«L’anomalia era rappresentata dal campionato scorso, non dalla situazione attuale. E infatti io non mi sono mai illuso che potessimo continuare a dominare. Non sono sorpreso, davvero. Perché il recupero della Ferrari affonda le radici nella scorsa stagione, nella bontà del lavoro fatto da Allison, dalla ristrutturazione del team». Parola di Niki Lauda, che ha confermato alla GdS anche il momento d’oro di Lewis Hamilton: «Sì ha fatto qualifiche e gara fantastiche. Lewis in questo momento pare invulnerabile: basta guardare la striscia di vittorie tra la scorsa stagione e l’inizio di questa. Ma posso dire anche che il Bahrain ci ha restituito il miglior Rosberg. Succede che a volte i piloti non siano contenti di sé e della macchina, ma da queste situazioni, ci si esce da soli. Nico pare esserci riuscito». Lauda annuncia anche una risposta («a Barcellona avremo grosse novità sulla macchina»), e conferma di credere nella pianificazione della loro rotazione delle power unit: «Siamo solo alla quarta gara. Quello che può apparire ora uno svantaggio si trasformerà in una opportunità quando conterà davvero, ovvero nella seconda metà della stagione». E infine un commento su Vettel: «A Sebastian ha fatto bene cambiare aria, ha trovato nuovi stimoli. Non so esattamente che cosa avesse provocato il suo calo l’anno scorso, forse non si trovava bene con la macchina. Fatto sta che ora sta beneficiando del fantastico lavoro della Ferrari». Roberto Chinchero