E’ una Montecarlo leggermente diversa, quella che accoglie il Circus. Diversa nella configurazione del tracciato, che subisce alcune piccole modifiche e un accorciamento del giro, seppur di pochi metri, trascurabili: tre per l’esattezza, così da portare il nuovo riferimento a 3.337 metri. Il settore interessato è quello del Tabaccaio, la veloce sinistra che immette sulla variante delle Piscine, là dove nel 2013 Maldonado andò a sbattere contro le barriere per un contatto con Chilton. Il tracciato è stato spostato verso il porto di 2 metri e mezzo e l’ingresso in curva risulta anticipato. Un altro intervento ha riguardato il riposizionamento delle barriere nella chicane delle Piscine, per consentire ai piloti di avere una visibilità migliore. A questi “affinamenti” si aggiunge la riasfaltatura di ampi tratti, dopo che negli ultimi anni era finita sotto la lente d’ingrandimento l’uscita del tunnel, per ridurre i sobbalzi in frenata, prima della chicane, causa di svariati errori dei piloti e incidenti. Quest’anno saggeranno un asfalto nuovo sul rettilineo di partenza, nella curva del Casino – la destra dopo Massenet – l’ingresso del tunnel e il tratto delle Piscine, oltre alla pitlane. Fabiano Polimeni