Ancora Rosberg al centro dell'attenzione dopo la seconda sessione di prove libere, ma non tanto per aver segnato di nuovo il giro più veloce di oggi a Spa, quanto per l'impressionante incidente (fortunatamente più scenografico che grave) conseguente all'esplosione della gomma posteriore destra in velocità, di cui approfondiremo a parte. È stata la causa della seconda bandiera rossa della giornata, seguita poco dopo dalla terza dovuta a un incidente più "classico" da parte di Ericsson, andato a sbattere a Pouhon. Incidenti a parte, la Mercedes conquista la prima fila virtuale della giornata con Hamilton 2° a 3 decimi, con la seconda fila occupata dalle Red Bull di Ricciardo e Kvyat a 0"7 e 1"0 rispettivamente. 5° tempo per la prima delle Ferrari, quella di Raikkonen, con un tempo identico a quello di Hulkenberg, mentre Vettel non è andato più in là del 10° crono. Tuttavia il tedesco "in rosso" non ha semplicemente sfruttato al meglio le gomme (è stato il primo in pista con le soft) tant'è vero che poi successivamente ha avuto un buon passo nelle prove sulla distanza. 7° tempo per Grosjean a 1"1 con le due Sauber in coda a completare la top ten, Ericsson a 1"3 e Nasr a 1"5. A seguire i riscontri cronometrici completi della sessione, ricordando che la prossima sarà alle ore 11 di domattina, sempre con la nostra cronaca diretta.

FP2

La cronaca "live"

ore 15.30 - Sembra sia un problema di perdita di potenza quello che blocca Grosjean lungo il circuito, ma a questo punto sta già sventolando la bandiera a scacchi e la sessione si conclude abbastanza regolarmente, con le due Mercedes davanti alle due Red Bull e alla Ferrari di Raikkonen. ore 15.25 - Si riparte quando mancano circa 5 minuti alla conclusione della sessione. Le Ferrari prime a rientrare in pista. ore 15.20 - Poco dopo il restart, a Pouhon va a picchiare Ericsson dopo che la Sauber gli è "scappata" sul cordolo esterno. Così esce subito un'altra bandiera rossa. CM73fnhWcAAntFe.jpg-large ore 15.15 - Si riparte quando manca una quindicina di minuti a fine sessione. Quasi tutti subito in pista - c'era già coda all'uscita della pitlane quando il semaforo è diventato verde - tranne Hamilton, probabilmente tenuto ai box Mercedes per precauzione intanto che si investiga sulle cause dell'incidente di Rosberg. ore 15.00 - Impressionante incidente, ma senza alcuna conseguenza, per Rosberg al quale esplode la gomma posteriore destra in velocità a Blanchimont. I detriti in giro per la pista causano l'esposizione della seconda bandiera rossa della giornata. CM70RG6WcAAvPBi.jpg-largeCM77GBjWIAEJJ4g.jpg-large ore 14.50 - Con le soft, Ricciardo e Kvyat si portano 3° e 4° a 7 decimi e 1 secondo dal vertice. Migliorano anche Hulkenberg fino al 6° tempo e Grosjean al 7°. Così Vettel scivola 10°. ore 14.40 - Quando molti ma non tutti (esclusi ad esempio i piloti Red Bull) hanno usato le gomme soft, questa la situazione complessiva con Rosberg davanti a Hamilton e Raikkonen. CM7u2dCWUAAWltV.jpg-large ore 14.30 - Il primo ad utilizzare le gomme più morbide, le Pirelli soft "gialle", è Vettel che segna 1'50"940. È un miglioramento di 1"7 rispetto al tempo precedente con le medie, ma solo 1 decimo meglio di Rosberg. ore 14.20 - Con Rosberg che ha scavalcato Kvyat per 83 millesimi (1'51"052) questa a seguire è la situazione dopo 20 minuti di prove del pomeriggio a Spa. CM7pv5oWsAA3zx2.jpg-large ore 14.10 - Poi tocca a Raikkonen salire al vertice con 1'52"929, ma Kvyat scavalca tutti con 1'51"135. Poco dopo gli si accodano Rosberg per 1 decimo e Hamilton per 4 decimi. ore 14.05 - Vettel sale subito al vertice con 1'52"606 ma per soli 2 millesimi su Bottas, seguito da Massa, Perez, Stevens e Merhi. ore 14.00 - Parte la seconda sessione di prove libere a Spa, con Grosjean tornato al volante della Lotus ceduta a Palmer in mattinata. I primi in pista sono comunque Bottas e Vettel.

Introduzione

Dopo una prima sessione di prove libere F1 a Spa in cui nonostante alcuni problemi ha svettato Rosberg, si riparte con la seconda sessione alle ore 14, sempre seguita dalla nostra cronaca diretta sia qui sul web che su Twitter tramite il nostro canale dedicato @autosprintLIVE. Vedremo come e quanto miglioreranno i tempi nelle simulazioni di qualifica con le Pirelli soft gialle (finora sono state impiegate solo le medium bianche) e come proseguirà la lotta diretta fra le Ferrari e le Red Bull, che si sono alternate nell'occupare dalla terza alla sesta posizione in lista crono nelle FP1. Alle spalle delle Mercedes, in ogni caso, ma non è certo una novità. Maurizio Voltini

La cronaca su Twitter