Con Kvyat davanti a tutti e in particolare a Raikkonen e Ricciardo, al termine della seconda sessione di prove a Singapore, è la prima volta in questa stagione che non troviamo una Mercedes nelle prime tre posizioni. Ma probabilmente è un po' troppo presto per esultare nella speranza di avere una gara aperta anche agli altri. Infatti nelle simulazioni di qualifica, quelle che permettono di segnare il tempo che rimarrà nella lista del cronometraggio, quasi nessuno è stato esente da problemi. Nemmeno lo stesso Kvyat, che a gomme fresche era stato ostacolato da Grosjean e ha ottenuto il tempo in un giro successivo. Raikkonen, 2° a 39 millesimi, da parte sua ha montato le supersoft prima di tutti trovando quindi la pista non ancora gommata. Problemi vari di traffico anche per Ricciardo 3° a 1 decimo, che nel giro buono aveva trovato Vettel, anche lui solo 5° per non aver sfruttato bene il giro a gomme fresche, a 3 decimi appena dietro Hamilton che però aveva sacrificato il giro favorevole per errori propri. In generale le Mercedes non sarebbero riuscite a sfruttare al meglio le gomme, già a livello di assetto. Bene anche se a mezzo secondo Perez 6°, a precedere Rosberg di 1 decimo e Alonso di 3,mentre sono a oltre 1 secondo dal vertice Hulkenberg e Verstappen che chiudono la top ten davanti a Massa, 11° quando stavolta è Bottas ad essere rimasto indietro, 17°. Vedremo se questa situazione si ripeterà nelle prossime prove, la terza sessione di sabato alle ore 12 italiane, sempre seguite dalla nostra cronaca diretta.

FP2

La cronaca "live"

ore 17.00 - La sessione finisce senza altre sorprese, a parte un lungo di Rosberg che va a sfiorare le barriere, e quindi vede un ottimo risultato della Red Bull che pone Kvyat 1° e Ricciardo 3°, con Raikkonen fra i due. Seguono Hamilton, Vettel, Perez, Rosberg, Alonso, Hulkenberg e Verstappen. ore 16.50 - Nel corso delle prove sulla distanza, si è visto Ricciardo ha un passo poco sopra 1'51", con le gomme supersoft rosse, quindi molto buono considerando che Rosberg (che ha un motore non fresco) sta oltre 1'52". Ma lo è anche quello di Vettel che con le soft gialle ha girato sul piede di poco oltre 1'53", quando fra le due mescole ci sono circa 1,5 secondi al giro. Mentre Hamilton ha girato anche in  1'51" basso, però alzando parecchio i tempi dopo alcuni giri. ore 16.40 - Rossi riesce finalmente ad entrare in pista in queste libere2, ottenendo il suo primo crono in 1'57"390 a più di 11 secondi dal vertice. Ha comunque scavalcato Stevens fermo dall'inizio. CPMWqifVEAA8afg.jpg-large ore 16.30 - Quando manca solo Rossi (che però è salito in macchina e si appresta ad uscire appena possibile) questa a seguire è la situazione cronometrica dopo 1 ora di prove libere e quando tutti hanno avuto la possibilità di usare le gomme supersoft (anche se non tutti sono riusciti a sfruttarle davvero, come Hamilton e Vettel). CPMUgBhUcAE5ZEU.jpg-large ore 16.20 - Le situazioni di traffico rendono difficile sfruttare al meglio le gomme più morbide, ma al secondo tentativo (dopo essere stato ostacolato al primo da Grosjean) Kvyat riesce a scavalcare tutti con il tempo di 1'46"142, davanti a Raikkonen di 39 millesimi. Segue Ricciardo a poco più di 1 decimo, mentre Hamilton e Vettel sono a 3 decimi. ore 16.10 - Sono iniziate le simulazioni di qualifica con le Pirelli supersoft rosse e Raikkonen le utilizza per primo e si porta davanti a tutti con 1'46"181. Poi però Hamilton, Vettel e Rosberg non riescono a fare meglio. Per Hamilton è il secondo giro perché nel primo sbaglia e va lungo alla curva 1. ore 16.00 - Quando ancora nessuno ha utilizzato le Pirelli più morbide, la situazione vede Hamilton superare tutti con 1'47"633 seuito a pochi millesimi da Raikkonen, Kvyat e Ricciardo. Più distanziati Rosberg, Verstappen, Hulkenberg, Alonso, Vettel e Button. Mentre si è visto Sainz con la gomma posteriore sinistra danneggiata dopo un contatto con le barriere alla curva 5. CPMOzHbUsAE5lU0.jpg-large ore 15.50 - Raikkonen riesce a sopravanzare tutti con il tempo di 1'47"659. Ricciardo gli si avvicina ma resta alle sue spalle per 25 millesimi. Seguono un ottimo Kvyat, poi Hamilton, Rosberg, Hulkenberg, Alonso, Verstappen, Vettel e Grosjean. ore 15.40 - Ottengono i primi crono (alti) Kvyat, Nasr, Vettel e Stevens nell'ordine, ma poco dopo escono le bandiere rosse per via di Stevens che alla curva 11 va di traverso (ma a bassa velocità) contro le barriere. Non è una buona giornata per il team Manor, che sta ancora finendo di riparare la vettura di Rossi. CPMH8bAUEAAjsym.jpg-large ore 15.30 - Iniziano le prove libere notturne a Singapore, illuminate da 1500 fari: un impianto italiano, lo ricordiamo. Entrano per primi Kvyat (che aveva girato poco in FP1) e Stevens, poi seguiti da Nasr e Vettel.

Introduzione

Intervallo ridotto (rispetto al solito) fra le due sessioni di prove libere F1 del venerdì a Singapore, con la seconda prevista quando in Italia sono le ore 15,30 e a Marina Bay sono le 21,30, quindi decisamente in notturna. Prove che infatti saranno significative per la definizione degli assetti in condizioni gara (che si svolgerà più o meno alla stessa ora) con le loro previste simulazioni di qualifica e di gara. Tutto seguito sempre dalla nostra cronaca diretta sia qui sul web che su Twitter (@autosprintLIVE). Vedremo se continuerà la supremazia della Mercedes, che peraltro in FP1 si è dimostrata più contenuta del consueto, e soprattutto come proseguirà la sfida diretta fra Ricciardo, Vettel e Raikkonen subito dietro. Vedremo anche se continuerà lo stato di grazia dei due piloti Toro Rosso e se quelli Williams recupereranno il distacco. Altra incognita, quella del cambio di Maldonado che dovrebbe richiedere interventi forse pesanti: vi aggiorneremo in diretta sulla situazione. Maurizio Voltini

La cronaca su Twitter

mappa-singapore