La prima sessione di prove libere a Sochi è stata condizionata - e pesantemente - da un problema inconsueto: un mezzo di servizio che stava ripulendo la pista ha infatti perso gasolio in corrispondenza della curva 8, causando al contrario la necessità di intervenire con i pompieri per lavare la superficie. Già questo ha determinato il ritardo nell'inizio delle prove di 30 minuti, causando contestualmente la perdita del set di gomme "extra" della prima mezz'ora di test. Inoltre la pista è rimasta sporca e bagnata per gran parte del tempo, tanto che inizialmente sono state utilizzate soprattutto le Pirelli intermedie verdi, e se si eccettuano Alonso, Button ed Ericsson molti sono rimasti praticamente fermi ai box fino ai minuti finali. Quando, fra larghi e testacoda per la pista difficile in svariati punti, alla fine Hulkenberg è riuscito a scavalcare Rosberg e Vettel rispettivamente di 52 millesimi e di 0"631. Nella lista comunque poco indicativa dei riscontri cronometrici, seguono dunque Perez e Ricciardo a 8 e 9 decimi, quindi a oltre 1 secondo Sainz, Hamilton (in testacoda nel giro finale), Bottas, Verstappen e Raikkonen. Ora vedremo se la seconda sessione di prove odierne, il cui inizio è previsto per le ore 13 italiane, riuscirà ad essere più indicativa: ma permane un forte rischio di pioggia. FP1

La nostra diretta "live"

ore 10.30 - La parte finale delle prime libere a Sochi vede diversi larghi e anche testacoda, fra cui uno di Massa proprio davanti a Hamilton e poi di Hamilton stesso (foto sotto) alla penultima curva quando sta già sventolando la bandiera a scacchi. Che in ultimo vede Rosberg scavalcare Vettel e quindi Hulkenberg superare tutti con il tempo di 1'44"355, quindi 52 millesimi davanti a Rosberg e 6 decimi su Vettel. A seguire, dal 4° in poi, troviamo Perez, Ricciardo, Sainz, Hamilton, Bottas, Verstappen e Raikkonen. CQ3LjtAXAAAU1Ce.jpg-large ore 10.20 - Quando mancano una dozzina di minuti alla fine delle prove, i piloti si riversano in pista, creando una situazione di continui miglioramenti cronometrici con la pista che, per quanto scivolosa, migliora giro dopo giro. ore 10.10 - Anche Button in pista con le gomme slick riuscendo a completare il suo primo giro in 1'55"718, mettendosi 3° dietro a Ericsson che nonostante altri lunghi ha abbassato il suo tempo a 1'54"272. E come se non bastasse, si vedono anche alcune gocce di pioggia a Sochi. ore 10.00 - Alonso abbassa il suo crono a 1'53"854 (sempre altissimo) mentre Ericsson passa anche lui alle slick e dopo un largo segna 1'58"926: "La pista è davvero molto scivolosa", dice via radio, e in effetti si nota come sia molto sporca dappertutto e non solo nella zona bagnata. ore 09.50 - Rosberg ha effettuato diversi passaggi in pitlane per effettuare prove di partenza all'uscita: un aspetto che sta cercando di curare. Mentre Alonso è il primo a scendere in pista con gomme slick, le soft gialle, ottenendo il primo giro cronometrato completo: comunque un altissimo 2'00"736, a testimoniare la scivolosità del fondo pista nella zona "ripulita". ore 09.40 - Tutti hanno effettuato i loro giri di controllo, usando le gomme intermedie; le Williams hanno addirittura montato le Pirelli "full wet" blu. ore 09.30 - Iniziate le FP1 a Sochi. Il primo in pista è Ericsson, seguito da Alonso. Tutti i primi in pista hanno deciso di montare le gomme Pirelli intermedie verdi per i loro "installation lap". CQ2-OfHWgAA14sL.jpg-large ore 09.20 - Ecco altre immagini degli addetti impegnati a ripulire la pista. Ad essere interessata è soprattutto la curva 8. CQ21a8dXAAAL4rA.jpg-large CQ21a_8WwAAC68K.jpg-large ore 09.10 - Il posticipo andrà ad influire sulla lunghezza della sessione: il cronometro ufficiale è partito regolarmente per cui le libere 1 saranno più corte di 30 minuti. Per questo motivo non potrà nemmeno essere più usato il set "extra" di Pirelli dei primi 30 minuti. ore 09.00 - Le prove libere di Sochi sono state posticipate di mezz'ora, quindi si partirà alle 9,30 italiane. Un mezzo di servizio ha perso gasolio in pista e la si sta ripulendo anche con l'aiuto dei pompieri. Ma il tratto centrale risulta ora bagnato e gli addetti stanno cercando di ripulirlo. CQ2zpBWWoAArVLR.jpg-large ore 08.50 - In McLaren hanno festeggiato così il 250° GP di Fernando Alonso, realizzando anche una specifica fascia "da samurai". CQ26rZ7UsAAjurR.jpg-large

Introduzione

Iniziano alle ore 9 italiane le prove libere in preparazione al GP di Russia, 15° appuntamento del mondiale F1 2015. Naturalmente seguiremo anche queste con la nostra consueta cronaca diretta, sia qui sul web che sul canale specifico via Twitter @autosprintLIVE. Come già avvenne l'anno scorso, questa gara potrebbe consegnare matematicamente il titolo Costruttori alla Mercedes: ciò avverrà qualora raccogliesse 3 punti in più della Ferrari. A ospitare questa gara, per la seconda volta dalla sua realizzazione l'anno scorso, è il tracciato di 5.848 metri ricavato all'interno dei quartieri olimpici di Sochi. Si tratta di un circuito caratterizzato in gran parte da curve piuttosto lente e a 90° (con relative forti frenate) tra le quali si evidenzia però la veloce e lunga curva 3 a sinistra che si percorre in piena accelerazione, "full gas". Rispetto al 2014 sono stati leggermente rivisti alcuni cordoli e "dissuasori", in particolare in corrispondenza delle curve 2 e 3. Abbiamo due zone di attivazione del DRS: una è nel rettifilo di partenza, fra la "piega" a destra e la staccata per la curva 2; l'altra è nell'allungo fra le curve 10 e 13. Mentre per quanto riguarda i pneumatici, dopo i problemi a portarli in temperatura avuti lo scorso anno e dopo che Rosberg riuscì, con un solo set, a percorrere tutti i giri della gara meno il primo, stavolta la Pirelli ha scelto le mescole più morbide in gamma, vale a dire la supersoft rossa e la soft gialla. Questa sarà una sfida in più specialmente se, come è previsto al momento in cui scriviamo, arriverà la pioggia a disturbare la prima giornata di prove (soprattutto al pomeriggio). Maurizio Voltini

La diretta su Twitter

mappa-sochi