Un weekend iniziato bene e con tutti i migliori auspici, per Kimi Raikkonen, si è però deciso tutto subito al via, e in negativo. Quella del finlandese è stata una piccola sbavatura, il bloccaggio per non tamponare Rosberg che l'ha fatto allargare in sottosterzo, ma quando ha cercato di riprendere la linea di gara, manovra peraltro effettuata neanche tanto bruscamente o esageratamente, purtroppo non c'era più spazio per Vettel. «Non ho la minima idea di quello che è successo in partenza - afferma infatti in merito Kimi - all’improvviso sono stato colpito e mi sono girato. Ho riportato una foratura alla gomma anteriore sinistra e un danno all’ala anteriore (questi nel successivo urto con Kvyat, ndr) ma sono riuscito a tornare ai box. Seb è venuto da me a scusarsi dopo la gara, ed è chiaro che non l’ha fatto apposta, ma per la gara purtroppo questo non cambia le cose». Vettel si scusa con Kimi Poi ha effettuato una bella rimonta, mettendo in mostra in certe occasioni anche una certa aggressività. Raikkonen la racconta così: «Una volta rientrato in pista mi sono trovato più o meno in ultima posizione e non avevo un buon feeling con la macchina, ma ho cercato di dare il massimo per rimontare. All’inizio non è stato facile, poi sono riuscito a recuperare posizioni. Ovviamente il quinto posto non è l’ideale e soprattutto non è quello che volevamo, ma considerato quello che è successo neanche un disastro. E siamo solo al terzo GP di una lunga stagione…». Maurizio Voltini