La pista di Sochi polverosa e molto scivolosa causa numerosi testacoda inizialmente, anche a Hamilton e Vettel. Poi la situazione si normalizza e appunto come di consueto ritroviamo davanti le due Mercedes, con Rosberg riuscito a sfruttare meglio l'uscita su gomme supersoft. Hamilton invece rinuncia dopo aver segnato il momentaneo miglior primo intertempo, ed è così che si giustifica il suo "improbabile" distacco di 7 decimi. In seconda fila virtuale troviamo entrambe le Ferrari. Dopo un piccolo "duello" in casa per la terza piazza, troviamo Vettel a 1"0 e Raikkonen 4° a 1"2, distacchi ottenuti però utilizzando gomme soft anziché supersoft come gli altri nelle prime 9 posizioni. Un risultato incoraggiante, dopo che problemi iniziali al funzionamento dell'ala mobile avevano tenuto ferme le monoposto rosse ai box, in particolare quella del finlandese. Alternate fra loro troviamo quindi le Williams e le Red Bull: Massa è 5° a 1"2 (33 millesimi più di Raikkonen) dopo che problemi iniziali alla frizione gli hanno fatto perdere la maggioranza delle prove, mentre Ricciardo è 6° a 1"5 dal vertice. Seguono Bottas a 1"6 e più staccato Kvyat (2"1), quindi Perez a ulteriori 69 millesimi mentre Sainz chiude la top ten staccato di 2"5 però con gomme soft, al pari di Button che lo segue 11° per soli 9 millesimi in più. Oltre che per Raikkonen e per Massa, problemi tecnici in questa sessione anche per Gutierrez e Haryanto: questioni motoristiche per la Haas del messicano, noie al servosterzo invece sulla Manor dell'indonesiano. Appuntamento ora con la seconda sessione di prove libere a Sochi, che inizierà alle ore 13 italiane.

FP1

La cronaca "live"

ore 10.30 - Si conclude la prima sessione di prove libere a Sochi, con la Mercedes in prima fila virtuale e la Ferrari in seconda. Seguono alternate le Williams e le Red Bull. ore 10.25 - Vettel "risponde" e dopo essere stato scavalcato da Massa (però con supersoft) riprende il 3° tempo a Raikkonen segnando 1'39"175, sempre con gomme soft. Haryanto è riuscito a entrare in pista: per lui problemi di servosterzo, ora risolti. ore 10.15 - Si fanno vedere anche le Ferrari, utilizzando gomme soft anziché supersoft. Prima Vettel sale 7°, poi 3° con il tempo di 1'39"539. Ma notevole la successiva progressione di Raikkonen: prima 6°, poi 5°, infine toglie il 3° tempo a Vettel con 1'39"332. ore 10.00 - Anche le Mercedes montano le gomme supersoft, migliorando sensibilmente con Rosberg perché Hamilton abortisce il giro. La situazione complessiva dopo 1 ora di prove è quella nell'immagine seguente, con Ricciardo salito 3°. ChMgiosVEAQXPTH.jpg-large ore 09.45 - Ancora nessun crono da parte di Gutierrez, Haryanto e Massa. Ai box Haas stanno lavorando nel vano motore, per la Manor si parla di problemi generici, mentre a bloccare la Williams è una questione di frizione. ore 09.30 - Questa nell'immagine a seguire la situazione complessiva dopo 30 minuti di prove, quando sono 14 i piloti ad aver fatto segnare almeno un giro cronometrato completo. ChMYpfOUoAAMkOO.jpg-large ore 09.20 - I primi a compiere giri completi cronometrati sono i due piloti della Mercedes: dopo un testacoda, Hamilton scende a 1'39"337 e Rosberg lo segue a 79 millesimi. Al duo si accoda Wehrlein (1'44"512) che poi però deve fermarsi ai box con il fondo macchina rovinato e da sostituire. ore 09.10 - La curiosità nei primi minuti va a Ricciardo che entra in pista per un giro iniziale con il "cupolino di sicurezza" proposto dalla Red Bull in alternativa all'Halo. ChMVsdCVEAAYW8v.jpg-large ore 09.00 - Iniziano le prove libere a Sochi. Al volante della Renault al posto di Magnussen c'è Sergey Sirotkin (46), mentre sulla Force India al posto di Hulkenberg abbiamo Alfonso Celis (34). Subito una dozzina di piloti entrano per i primi giri di controllo. ChMQcE-U8AMThg7.jpg-large ChMTEq8UUAAg1Fh.jpg-large

Introduzione alle FP1

Partono alle ore 9 italiane (le 10 a Sochi) le prime prove libere in preparazione al GP F1 di Russia, quarta prova del campionato mondiale F1 2016. Con loro avete anche la nostra cronaca diretta a raccontare tutto quanto avviene in pista, sia qui sul web sia sul nostro canale specifico Twitter @autosprintLIVE. Il teatro della gara è l'autodromo di Sochi, circuito semicittadino di 5.848 metri ricavato all'interno dei quartieri olimpici. Rispetto allo scorso anno sono state effettuate modifiche principalmente alle barriere di alcune zone, mentre il cordolo all'apice di curva 16 è stato innalzato di 5 cm. Trovate qui altri dati storici e statistici su questo Gran Premio, ricordando che in questa occasione le gomme Pirelli disponibili saranno quelle a mescola supersoft, soft e medium. Per quanto riguarda le zone di attivazione del DRS, sono l'allungo in corrispondenza del via, nonché quello fra le curve 10 e 13. Maurizio Voltini mappa_Sochi