Nel generale silenzio che avvolge la Formula 1 in inverno, solo dall'ambiente Ferrari sono arrivate meno dichiarazioni. Max Verstappen ha centellinato i commenti sulle aspettative legate al campionato della conferma. Si spera in un duello con Hamilton per il titolo, dipenderà tutto dalle prestazioni che saprà offrire la Red Bull RB13 e dal gap che resterà nei confronti di Mercedes. Chi non si sbilancia e sceglie il basso profilo è Jos Verstappen.

Il 2017 sarà l'anno del titolo? «Personalmente credo sia ancora presto, ma certamente sarà possibile nel 2018». Prima di mettere il carro davanti ai buoi si aspettano i riscontri della pista, che dovranno confermare i dati delle simulazioni e, soprattutto, offrire il confronto con il lavoro svolto dagli avversari. «Ovviamente dipendi dalla macchina, la Red Bull è sempre stata molto forte quando sono arrivate nuove regole. Dalle informazioni che abbiamo la macchina è buona, il divario dalla Mercedes dovrebbe essere inferiore e l'obiettivo è quello di vincere più gare», ha proseguito papà Verstappen.

Il calendario delle presentazioni

Sei podi e un successo nel 2016, da qui ripartirà per migliorare. Quanto? «Ha maggior esperienza, conosce le piste e ha già vinto. Tre o quattro vittorie sono certamente possibili, le aspettative sono elevate». La preparazione invernale, mirata al potenziamento di quei muscoli che saranno maggiormente sollecitati dalla velocità superiore in curva delle macchine 2017 ha "trasformato" fisicamente Max: «A sera, dopo gli allenamenti, era distrutto. Lo vedrete, ha messo su 3-4 kg e sono tutti muscoli. Le gambe, le braccia e il collo sono molto più muscolosi, era necessario vista la forza G superiore che si avrà durante la stagione».

Formula 1 2017, finalmente si alzano i veli