Il ring c'era, quello delle interviste tv. Il confronto: Hulkenberg-Magnussen. In pista si è risolto con il ritiro di Nico e la penalizzazione inflitta a Kevin, per una manovra dura in curva 2, dove ha accompagnato senza troppi complimenti verso l'esterno e, da lì, sull'erba, la Renault numero 27. Primo round. Il secondo si è disputato a parole, nel dopo gara, quando Hulkenberg ha avvicinato Magnussen, impegnato a rilasciare le dichiarazioni di rito, "complimentandosi" per il comportamento in pista.

«Mi sono congratulato con lui per essere ancora una volta il pilota più antisportivo dell'intera griglia. Quando si tratta di correre è semplicemente disgustoso. Va bene difendersi in modo deciso, ma quando fa queste cose è senza regole e manda le persone a muro. Quel che ha fatto, aprire il volante (ridurre l'angolo necessario per la curva a sinistra; ndr), portarmi largo, è semplicemente essere uno str***o. Parlerò con Charlie Whiting, ho sentito ha ricevuto una penalità, 5 secondi (sommati al tempo finale di gara; ndr) ma non gli importerà più di tanto»

Alle rimostranze e i complimenti sarcastici per la manovra, Magnussen ha replicato con un secco: «Suck my balls». Chiaro a sufficienza da non richiedere traduzione. Un terzo protagonista si è inserito nella vicenda, in quel che può leggersi, col senno di poi, come un precedente che ha riscaldato gli animi. In partenza, Hulkenberg e Grosjean sono entrati in contatto in curva 1, incidente di gara secondo i commissari. Episodio commentato via radio da Magnussen così: «Se puoi fare quel che ha fatto Hulkenberg a Romain, sarà una gara sporca». 

Avrebbe voluto una penalizzazione per il comportamento di Hulkenberg, Grosjean: «Ho preso un colpo forte e la macchina è saltata piuttosto in alto. Aveva molto spazio all'interno ma ha bloccato. Non vedo differenze tra Nico e Verstappen, onestamente. Di nuovo, l'uniformità di lettura dei commissari è un po' strana

Magnussen ha corso! E' duro e mi piace che sia molto duro. Ma nel caso di Kevin non c'è stato nemmeno contatto con Hulkenberg. Nico mi ha colpito, Kevin no, lo ha solo portato molto, molto largo». L'epilogo del lunedì arriva via Instagram, con Hulkenberg e Guenther Steiner che se la ridono e concordano su un punto: «Sucking Balls? No Thanks! Especially when they're Danish! Gunther & I agree on that».