Diciamo la verità. Pensando ai grandi protagonisti della stagione 2017 di Formula 1, difficilmente apparirà in mente il pacioso volto di Valtteri Bottas. Sormontato dall’enorme talento e dalla straripante personalità del compagno di squadra Hamilton, non ha avuto molte occasioni per mettersi in mostra. E nonostante le due vittorie stagionali ottenute al momento, il silente finlandese si è fatto più notare come scudiero di Luigi Magno e per un paio di errori (vedi in Cina) che per le sue indubbie doti di pilota. 

Eppure, zitto zitto, nel sabato di Interlagos ha strappato la pole a Vettel approfittando di un eccezionale (in quanto eccezione) svarione del collega Hamilton. La terza stagionale. E andando a vedere la classifica si scopre, che Valtteri è a soli 15 punti dal ferrarista. In palio non c’è più il mondiale ma per Ferrari sarebbe veramente cosa buona e giusta non lasciarsi sfuggire perlomeno il titolo di vicecampione.

In uno dei rari slanci di grinta verbale Valtteri si è lasciato andare ai festeggiamenti via radio; sceso dalla monoposto ha così commentato il suo giro perfetto: “Mi sento molto bene, sono ancora un po' tremante. E' una pole bellissima con un giro bellissimo”.

Con Hamilton relegato in fondo allo schieramento ora tocca a Bottas cercare di tenersi dietro le Rosse: “Lewis è uscito all'inizio, è stato un peccato per tutti noi. Spero di poter essere io qui a rappresentare la Mercedes. Fare la pole qui è bellissimo, sarà comunque una gara molto serrata con la Ferrari, però è molto meglio partire dalla pole position. Non sarà una gara semplice, qui non è facile superare, evitare gli errori sarà fondamentale. Sarà una gara lunga, possono succedere molte cose, ma io non vedo l'ora di cominciare”.