Non avrà il fascino della McLaren Mp4/8A di Senna, prossimamente all'asta e per la quale sarebbe già pronta un'offerta da oltre 5 milioni di euro, tuttavia, l'Iveco carrozzato Orlandi che verrà battuto da Bonhams a Parigi l'8 febbraio può far gola all'appassionato che anche in vacanza vuole i richiami a un pezzo di storia della Formula 1 recente. Andrà all'asta il motorhome della Scuderia Ferrari, spostato da un campo di gara all'altro, in Europa, tra il 2001 e il 2005, epoca di pieno dominio Rosso. 

Le riunioni di Michael Schumacher e Rubens Barrichello con gli ingegneri, con Ross Brawn, Jean Todt, si svolgevano a bordo del motorhome progettato per offrire due appartamenti separati e indipendenti nell'accesso. Riunioni strategiche e sessioni di fisioterapia, con uno spazio dedicato, regno dello storico massaggiatore di Schumi, Balbir Singh, che proprio nel 2005 scelse un'altra strada, dopo 10 anni di collaborazione con il Kaiser.

Se esteriormente il motorhome preserva intatta la propria essenza, con la livrea rosso Corsa e i loghi della Scuderia, a bordo il proprietario che rilevò il mezzo, nel 2009 decise di trasformarlo in uno spazio abitativo viaggiante di lusso, modificando radicalmente gli interni. Ad accompagnare l'esemplare all'asta ci sarà anche il certificato di autenticità firmato da Stefano Domenicali. Il valore stimato è tra i 125 e 150 mila euro, verrà battuto senza alcun prezzo di riserva.