Tutti pronti per la seconda "4 giorni" di test precampionato a Barcellona, quella che va dal 6 al 9 marzo, cioè da questo martedì a venerdì prossimo, sempre dalle 9 di mattina alle 18 di sera. Una sessione che, come sempre successo anche negli anni passati, sarà più significativa di quella della scorsa settimana. Questo perché ora le macchine sono già state "svezzate", gli eventuali problemi sono stati affrontati (e, si spera, tutti risolti) e i tecnici son stati in grado di verificare i primi dati di funzionamento. Di conseguenza, adesso le macchine saranno molto più a punto ed evolute (per quanto resti del margine per ulteriori passi avanti da qui a Melbourne) oltre a presentare componenti nuove e aggiornamenti sulla base dei primi riscontri in pista.

Sarà in questa fase, anche se magari non subito nella prima giornata, che vedremo dunque le prime simulazioni sia di gara che di qualifica, quindi con riscontri cronometrici che avranno un senso. Anche stavolta seguiremo con la nostra cronaca diretta tutti i principali avvenimenti in pista, per cui vedremo dal vivo cosa succederà. Al momento sappiamo solo alcuni dei programmi delle squadre presenti, specie relativamente ai piloti che guideranno le macchine di volta in volta, ricordando che ciascun team dispone di una sola monoposto (per regolamento).

In particolare, Red Bull, Force India, McLaren, Toro Rosso, Haas e Sauber alterneranno i propri piloti ufficiali di giorno in giorno, iniziando da Ricciardo, Perez, Vandoorne, Gasly, Magnussen ed Ericsson. Lo stesso dovrebbe fare la Ferrari, ma cercando un modo di far recuperare a Raikkonen senza sfavorire Vettel, dato che il finlandese aveva avuto le due giornate peggiori nei primi test (una saltata del tutto), si farà pertire prima il tedesco. Anche stavolta la Renault alternerà Sainz e Hulkenberg tra mattino e pomeriggio; lo stesso dovrebbero fare pure Mercedes e Williams con i piloti ufficiali, per quanto non sia arrivata alcuna comunicazione ufficiale in merito. Cercando anche stavolta di inserire Kubica.