Da Carlos Sainz in Renault ci si aspettava altro rendimento in quest'inizio di campionato. Tanto più dopo aver dimostrato, nel passaggio in corsa alla scuderia francese, da Toro Rosso, sul finale della scorsa stagione, di riuscire a eguagliare la velocità in qualifica di Nico Hulkenberg. Il tedesco, invece, ha sfruttato al meglio finora la RS18, al sabato è sempre risultato più veloce di Sainz: pochi millesimi in Australia, 4 decimi in Bahrain, 3 in Cina. E in gara il bottino di punti segna un parziale significativo: 22 a 3.

La posizione contrattuale di Sainz lo vede legato sempre a Red Bull Racing, ceduto in prestito per una stagione a Renault. Christian Horner, lo scorso inverno, non aveva fatto mistero di come Red Bull avesse una soluzione pronta in caso di mancato rinnovo con Ricciardo. Sembrava essere Carlos Sainz il nome buono per rimpiazzare l'australiano, tuttavia, lo sprint mostrato nelle prime gare ha messo in luce più Gasly che non Sainz.

Troppo presto, ancora, per tracciare scenari di mercato sul 2019, chi andrà dove. Ruota tutto intorno alle scelte di Ricciardo e Red Bull, il percorso degli altri due torelli sotto contratto con Renault e Toro Rosso. Più Gasly che Sainz per un'eventuale sostituzione. «Senza alcun dubbio il futuro potrebbe essere con Renault e sono pronto, se dovesse trovare conferma. E' una realtà che amo, soprattutto perché il team sta iniziando a progredire, arrivano gli investimenti, tutti i meccanici e gli ingegneri respirano quest'atmosfera», ha raccontato a Sky Sports.

Nel mirino: La Ferrari dovrebbe prendersi Ricciardo

Progressi che dovranno essere accompagnati da altri risultati offerti dalla RS18 numero 55. Al momento è Nico Hulkenberg ad aver sfruttato al meglio lo stimolo di un compagno di squadra più ostico del non irresistibile Palmer. E Alain Prost conferma: «Sapevamo che sarebbe stato un rischio, prendere Sainz. Ma è meglio assumersi questo tipo di rischio, è importante per far progredire il team. E' stata una decisione positiva per la squadra e per Nico, perché potete vedere come abbia innalzato ulteriormente il suo livello»