AGGIORNAMENTO. I nuovi specchietti montati dalla Scuderia Ferrari sulle SF71H di Vettel e Raikkonen avranno vita breve. Charlie Whiting, Race Director della Formula 1, ha esaminato i nuovi elementi, giudicando non conformi al regolamento le appendici aerodinamiche poste sopra gli specchietti.

Il problema non riguarda dunque l'attacco all'Halo, autorizzato dalla FIA dopo il GP d'Azerbaijan per migliorare la visibilità, bensì i flap posti sopra gli specchietti, da modificare entro il GP di Montecarlo, prossimo appuntamento in calendario.

 

BARCELLONA. Il GP di Spagna, essendo la prima corsa europea, è l‘occasione per molte squadre per portare i primi sviluppi tecnici e sopratutto aerodinamici. E in quest’area persino gli specchietti retrovisori contano.

Anche un particolare tutto sommato di dettaglio come il retrovisore, viene utilizzato dai progettisti F1 a scopo aerodinamico per ottimizzare il flusso d’aria che li lambisce attorno e sopra. È il caso della Ferrari, i cui specchi sono i più sofisticati di tutti per la loro foggia e per il modo in cui sono attaccati al telaio.

Da Barcellona però la Ferrari, tra le tante novità, presenta un’innovazione anche in quest’area: Maranello ha modificato vistosamente gli attacchi di sostegno dei retrovisori. Fin dalla presentazione della SF71H, gli specchietti della Ferrari erano stati al centro di alcune discussioni. All’interno di questi è previsto un passaggio d’aria e quindi anche gli specchi vengono utilizzati per incanalare l’aria, come deviatori di flusso.

Quelli Ferrari hanno fatto discutere e ora il cambiamento è più vistoso: gli specchietti, che prima erano attaccati a un’aletta sulla parte superiore della pancia, ora sono invece fissati in alto. Direttamente all’Halo.

Come dire che “penzolano” dall’alto, attaccati a un supporto fissato a sua volta all’Halo. È la prima volta che la gabbia di protezione viene usata per supportare un elemento della vettura. Scopriremo in prova se la novità è veramente efficace. Lo scorso aprile la Fia aveva approvato questo tipo di modifica.

Il motivo principale è comunque quello di aumentare la visibilità posteriore, perché l'Halo ostacola molto lo sguardo laterale dei piloti e montandovi sopra i retrovisori, quindi più in alto, si riduce il problema. Ora che la Ferrari è stabilmente avanti è necessario sorvegliare meglio le mosse degli avversari per reagire più in fretta ai tentativi di sorpasso.

(foto by Foto Colombo)