Se c’è qualcuno che fa la danza della pioggia in vista della qualifica, non c’è dubbio che siano gli uomini Mercedes. Il venerdì di prove libere a Monza vede Lewis Hamilton concludere con il terzo miglior tempo, a 287 millesimi di secondo da Sebastian Vettel, più staccato Valtteri Bottas, al limite dei 7 decimi. Leggendo i parziali migliori in assoluto del ferrarista e del campione del mondo in carica, si scopre come il divario maggiore Hamilton lo rimedi nel terzo settore, circa 220 millesimi più lento tra la Ascari e il traguardo, mentre sono 150 millesimi a dividere Ferrari e Mercedes nel settore centrale, tra Roggia e Serraglio. Riferimenti assoluti, di un eventuale giro perfetto messo insieme.

Sarà cruciale comporlo in qualifica, quando le differenze sono destinate a ridursi e ci stupiremmo di trovare un Hamilton a quasi 3 decimi dalla pole su un circuito come Monza. Resta l’incognita del meteo che sarà a mettere sale su un sabato tutto da seguire. Stando alle previsioni, il rischio pioggia interessa maggiormente le prove libere 3, seppur con minore intensità rispetto al venerdì mattina, qualifica con cielo nuvoloso ma asciutto. «Abbiamo fatto tanti giri al pomeriggio sull’asciutto e abbiamo visto che, al pari di Spa, avevamo un piccolo gap dalla Ferrari sia sui run corti che sui long run. I giri che ho fatto li ho sentiti buoni ma la Ferrari era un po’ più rapida oggi», commenta Hamilton.

Chiama in causa i long run, stint che Mercedes ha simulato a lungo con gomma Soft, partendo da un crono di 1’25”5 e chiudendo in 1’24”6, con un passo all’incirca dell’1’25”0 ma la capacità di scendere fino a 1’24”5. Con la stessa mescola Raikkonen ha girato sulll’1’24” medio, partendo e concludendo il run sull’1’24”9 e con un miglior giro in 1’24”3. Riferimenti di un venerdì che non ha replicato le condizioni di temperatura sull’asfalto che si troveranno in gara, prevista con 25° C nell’aria, cielo sereno e asfalto verosimilmente più caldo.

GP Italia, l'analisi delle prove "ristrette"

«Stiamo lavorando tutti senza sosta, proprio adesso, ogni componente del team, e dovremo lavorare anche stanotte, spero riusciremo a fare un piccolo progresso per la qualifica, visto che ci sono alcune aree nelle quali riscontriamo un deficit.

Da un certo numero di gare ormai viviamo una grande lotta e loro hanno un piccolo margine di vantaggio da metà estate, ma stiamo spingendo il più possibile per superare questo gap. Sebbene corriamo in casa della Ferrari abbiamo un gran supporto là fuori, è sempre una spinta vedere i tifosi sulle tribune. Sarà una battaglia serrata domani e, come ogni week end di gara, daremo tutto quel che abbiamo», ha aggiunto Hamilton.

Monza: Vettel, rincorsa alla Ferrari perfetta