Robert Kubica è tornato. Da titolare. Nel 2019 correrà con la Williams, accanto a George Russell. L’annuncio arriva nel giovedì di Abu Dhabi ed è la notizia in grado di riempire un week end altrimenti fatto di addii, quello di Alonso alla Formula 1, e cambi di tuta, tra Raikkonen e Ricciardo: i principali.

Un anno trascorso da pilota del simulatore, diverse occasioni nelle quali misurarsi e dare un riferimento diretto alle presetazioni dei titolari Stroll e Sirotkin, su una monoposto critica per mancanza di competitività. Ha lavorato in pista e al simulatore, ha impressionato il team, che proprio un anno fa, ad Abu Dhabi, gli preferì Sergei Sirotkin.

Oggi tocca al campione polacco, che torna in griglia di partenza dopo 8 anni, dall’ultima gara in Formula 1 corsa nel 2010. Poi arrivò l’incidente nel Rally di Andora, nel febbraio 2011 e il brusco stop alla carriera. Una storia ripercorsa e raccontata più volte, che giunge all’epilogo che tutti gli appassionati sognavano.

“Anzitutto vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato in questo difficile periodo della mia vita, in questi ultimi anni. È statao un viaggio sfidante, poter tornare in griglia, ma quel che sembrava quasi impossibile adesso inizia a esserlo. Sono eccitato di poter dire che sarò sulla griglia della Formula 1 nel 2019.

Di certo è stata una lunga strada per arrivare a questo punto, ma adesso che la sfida arriva a conclusione con questo annuncio ne inizia una nuova, di lavoro con la Williams in pista. Non sarà facile, ma con dedizione e duro impegno, tanto George quanto io lavoreremo insieme per provare ad aiutare il team a essere in una forma migliore e poter risalire lo schieramento. Quest’anno è stato difficile, ma ho imparato molto e vorrei ringraziare Sir Frank e Claire per questa opportunità”, le prime parole di Kubica ad Abu Dhabi.

Ha imparato a conoscere le problematiche del progetto FW41 e indirizzare il lavoro di sviluppo, adesso l’attesa è sulla verifica dei progressi che, il prossimo febbraio, nei test invernali, Williams avrà saputo produrre.

“Tornare in griglia di partenza il prossimo anno sarà una delle conquiste più grandi che ho fatto nella mia vita e sono certo che con tanto lavoro e impegno riusciremo a motivare il team per ottenere buone cose insieme”, ha proseguito Kubica.