Ad Abu Dhabi è tempo di impacchettare monoposto e materiale tecnico per far rientro a casa. La seconda sessione di test Pirelli si conclude con Charles Leclerc autore del giro più veloce e 135 passaggi all’attivo, tra i più presenti in pista a Yas Marina nella giornata di mercoledì.

Meglio fanno Daniil Kvyat, 155 giri al rientro su Toro Rosso, Carlos Sainz al debutto sulla MCL33 (150 giri) e Valtteri Bottas, instancabile macinatore di chilometri prima di salutare la compagnia e staccare da un’annata psicologicamente difficile da sostenere. 

Nella tabella dei tempi, alle spalle di Leclerc si piazza Pierre Gasly, prima volta su Red Bull RB14 e 129 giri utili a scoprire mescole e monoposto, spinta fino a un 1’37”916. Lance Stroll in due giorni ha approfittato della Force India per respirare aria di piani alti, per il nulla che conta in un test gomme. Il canadese copre 122 giri e precede Bottas e Sainz.

 

 

Tra i piloti alternatisi al volante, in Williams è stato ancora “ticket” Kubica-Russell, con l’inglese a subentrare al pilota polacco. Tanti giri percorsi anche da Antonio Giovinazzi su Alfa Sauber, raggiunge i 128 passaggi nel programma di giornata, con l’unico inconveniente dello stop in corsia box a causare l’unica bandiera rossa della giornata. Da registrare i giovani piloti impiegati da Renault (Artem Markelov) e Haas, dove Louis Deletraz - figlio d'arte, il padre Jean Denis corse 3 gran premi in F1 tra il '94 e '95 - ha debuttato sulla VF18

I TEMPI E GIRI DELLA SESSIONE 2

Leclerc

Ferrari

1’36”450

135

Gasly

Red Bull

1’37”916

129

Stroll

Force India

1’38”044

122

Bottas

Mercedes

1’38”448

143

Sainz

McLaren

1’38”547

150

Markelov

Renault

1’38”590

129

Russell

Williams

1’38”802

55

Kvyat

Toro Rosso

1’38”862

155

Deletraz

Haas

1’39”069

117

Giovinazzi

Sauber

1’40”435

128

Kubica

Williams

1’44”208

39