Quattro ore di lavoro proficuo, iniziato con prove aerodinamiche, soste ai box e, successivamente proseguito con run veloci. Charles Leclerc porta la Ferrari SF90 a realizzare il miglior tempo in assoluto dei test invernali, a mezzo decimo dal riferimento della pole 2018, per il poco che importi, viste le condizioni climatiche del tutto diverse, come lo scenario di prova. 

Con 1’16”231, crono realizzato con gomma C5, Leclerc ha spinto su run alla ricerca della prestazione, migliorando costantemente con gomma C4 e C5, peraltro alternando più passaggi con il conseguente carico di carburante necessario.

Il limite è facile immaginare come possa essere ancora più basso di quello letto stamani.

F1, incidente di Vettel causato dalla rottura del cerchio

Dall’1’16”949 ottenuto con gomma C4, alla sequenza di tre giri veloci che chiudono la sessione mattutina con l’1’16”231 di riferimento. Ancor più significativo, in precedenza, era stato l’1’17”2 centrato con gomma C2.

Completa il programma con 56 giri all’attivo, non il più presente in pista, visti gli 85 passaggi di Hamilton. E Lewis ha lanciato segnali importanti, con gomma dura, la C2 con la quale ha segnato l’1’18”097 che diventa un crono indirettamente indicativo del potenziale della Mercedes, anche stamani al lavoro su long run. Sarà venerdì, come anticipato da Bottas, che il team lavorerà sui run corti.

Segui la diretta dei test a Barcellona

I test a Barcellona sono corsi via senza interruzioni stamani, consentendo a tutti i piloti di collezionare un buon numero di giri, lasciando ancora la Racing Point – più che mai in configurazione base e specifica per questi test – fanalino di coda con i 37 giri completati da Lance Stroll.

Dietro Hamilton, per chilometri coperti, si posizionano Albon e Hulkenberg. Il pilota Toro Rosso ha guidato la graduatoria dei tempi prima dell’assalto di Leclerc.

Le prove riprenderanno alle 14:00 e andranno avanti fino alle 18:00.