Ferrari in seconda fila, un passo indietro rispetto alla qualifica del Bahrain. Binotto non è soddisfatto del risultato, ma proprio in virtù di quanto successo due settimane fa, il team principal della Rossa invita alla calma e promette battaglia.

“Oggi la nostra qualifica non è stata perfetta, e questo in un campionato con valori così ravvicinati può fare la differenza. Devo però dire che proprio per l’alto livello di competitività non deve stupire il fatto che chi è davanti in una gara si possa ritrovare a inseguire nella successiva. Abbiamo comunque imparato a nostre spese in Bahrain che la gara non si vince al sabato e credo che quello di domani sarà un Gran Premio molto combattuto nel quale contiamo di potercela giocare fino in fondo.”