Una corsa nella “terra di nessuno”, che ha permesso a Pierre Gasly di sfruttare l’opzione tattica di un pit-stop “gratuito” negli ultimi giri di gara per montare gomme morbide e andare a prendersi il punto del giro più veloce, in Cina.

Sensazioni migliori al volante di una Red Bull RB15 in crescita, ma pur sempre con un distacco che, ripulito del pit-stop extra, lo relega a 30” da Max Verstappen.

Da Shanghai, Gasly è rientrato al lavoro a Milton Keynes, per girare al simulatore e, sul week end trascorso, Christian Horner ha commentato:Credo abbia compiuto un miglioramento in questo week end, ma non è ancora del tutto a proprio agio in macchina, al momento.

Sterzi a parte: Sogno d’una notte di mezza primavera 

È nella fase in cui ha bisogno di rifinire il proprio stile per sfruttare al meglio la macchina, le sue caratteristiche e sta migliorando su questo aspetto”.

RED BULL, AGGIORNAMENTI IN ARRIVO A BAKU

Progressi registrati anche nel comportamento della RB15, certificati dal passo di Max Verstappen in avvio gara. “Senza alcun dubbio abbiamo compiuto un passo in avanti rispetto al Bahrain e siamo stati certamente più competitivi. A sovrapporre gli intertempi nel primo e secondo settore, siamo in buona forma. Nel settore 3 ci resta del lavoro da fare ma abbiamo degli aggiornamenti che ci aiuteranno a tal proposito e sono presto in arrivo”, spiega Horner.

Novità attese già a Baku, si parla di una power unit con più cavalli e, in merito, Max Verstappen ha aggiunto: Ci aspettiamo nuove componenti sulla macchina e sul motore, il lavoro più grande è programmato per una fase successiva.

E' difficile valutare la stagione finora, questa settimana la Mercedes è stata veloce, l’altra è toccato alla Ferrari, per noi è un po’ un punto interrogativo”.

F1: gara bis in Cina, Bratches conferma le trattative

Max a indicare anche un’altra area di perfezionamento sul fronte power unit, al di là della potenza: “Finora non ho fatto nessuna buona partenza, stiamo ancora provando a trovare con Honda i parametri giusti, è un aspetto che può essere migliorato”.