C'è mancato poco che Valtteri Bottas, oltre alla soddisfazione di una vittoria più che meritata, si prendesse a Baku anche il giro più veloce in gara. Invece proprio sul finale il suo 1'44"024 viene stracciato da Leclerc (1'43"009) che monta appositamente gomme soft per mirare a quel punto in più. Poco, potreste pensare, eppure è proprio per quel punto ottenuto con il GpV in Australia che adesso Bottas torna al comando in classifica generale, a quota 87 contro gli 86 di Hamilton.

Una posizione corroborante per le aspettative del finlandese, che in questa gara ha dimostrato una volta di più la sua solidità anche mentale. «È stata una gara difficile perché Lewis mi ha messo pressione per tutta la gara – conferma Valtterima ho tenuto la situazione sotto controllo. È la mia quinta vittoria e mi sto godendo questo momento, è una bella sensazione».

Nella partenza dalla pole ha però subìto uno scatto migliore del compagno di squadra… «Forse in partenza sono stato un po' troppo cauto, per evitare il pattinamento che avevo avuto in Cina. Lewis invece è partito benissimo e ad un certo punto ci siamo trovati fianco a fianco, in curva 1 e curva 2. Però è stata una competizione bella, rispettosa tra noi due, e alla fine è andata bene per me», spiega Bottas sulla fase iniziale della gara.

Ma anche verso la fine è stata dura, quando Hamilton ha provato a rifarsi sotto in scia: «Sì, Lewis le ha provate tutte per riprendermi alla fine, e aveva un buon passo, ma io sono riuscito a non commettere errori e per questo sono molto contento. Vincere qui era importante, ora sono di nuovo in testa al campionato, ed è il posto che voglio mantenere».