Quattro gare, quattro doppiette Mercedes e Stelle d’Argento dominanti come non mai in questo inizio di stagione. Ma se lo scorso anno Bottas si è dovuto piegare sempre alla ragion di Stato, quest’anno si arriva a Barcellona in una situaizonie completamente differente.

Gli alfieri di Stoccarda si sono divisi equamente le vittorie e il finlandese ha dimostrato a Baku di avere la forza mentale per rispondere ad Hamilton colpo su colpo.

Una situazione che, in Mercedes, hanno già vissuto quando i due "galli nel pollaio" erano Hamilton e Rorberg. Toto Wolff, però, vorrebbe evitare un replay del GP di Spagna del 2016, quando i due furono protagonisti di un contatto che eliminò entrambi alla prima curva del Montmelò

“Questa situazione - ha detto Toto Wolff a Formula1.com - mi ricorda quando Hamilton e Rosberg sono stati in lotta per il campionato. Abbiamo due piloti che hanno l’ambizione di vincere il titolo e tocca a noi gestire la situazione. Anche perché molto presto Vettel e Leclerc torneranno in partita e allora sarà importante evitare che le relazioni tra i due diventino come quelle tra Nico e Lewis”.

“Siamo fortunati che i rapporti tra i due sono buoni. Si rispettano. Non ci sono giochetti alle loro spalle e sono felice di questo. Ma siamo consci di aver già visto rapporti deteriorarsi”.

“Entrambi hanno l’ambizione di vincere il campionato. Li vogliamo come leoni in macchina, quindi non aspettatevi un atteggiamento da pecore. Ma il rispetto tra loro non deve mai mancare”.

“Siamo un team forte e non permetteremo che si arrivi al punto che le relazioni tra i due piloti possano arriva ad avere un effetto negativo su tutta la squadra. Se si ripeterà la situazione vista tra Nico e Lewis siamo pronti ad usare il cartellino giallo o il rosso. Ma siamo ben lontani da questa situazione”.